Il Pentagono alla Corea del Nord: “Stop alle minacce o il regime finirà”

"La Corea del Nord deve scegliere di mettere fine al suo isolamento e interrompere la sua corsa alle armi nucleari"

A cura di AdnKronos
LaPresse/REUTERS

La Corea del Nord deve cessare di prendere in considerazione azioni che porterebbero alla fine del suo regime e alla distruzione del suo popolo“. Lo ha dichiarato il segretario alla Difesa, James Mattis, in una dichiarazione con cui replica alle minacce che arrivano da Pyongyang. “La Corea del Nord deve scegliere di mettere fine al suo isolamento e interrompere la sua corsa alle armi nucleari“, si legge ancora nella dichiarazione diffusa dal Pentagono in cui si rivolge ai nordcoreani un chiaro monito. “Gli Stati Uniti e i nostri alleati hanno dimostrato la capacità e l’indiscussa determinazione a difenderci da ogni attacco“, ha detto infatti Mattis. “Mentre il dipartimento di Stato sta facendo ogni sforzo per risolvere questa minaccia globale attraverso mezzi diplomatici – ha poi aggiunto – deve essere notato che gli eserciti alleati possiedono le capacità offensive e difensive più precise, robuste e provate del Pianeta“.
Perché Kim ce l’ha con gli Usa?
TRUMP SU ATOMICA – Il nostro arsenale nucleare “è più forte e potente che mai“. Senza citare la Corea del Nord, contro la quale ha minacciato ieri “furia e fiamme“, il presidente americano magnifica oggi su Twitter la potenza nucleare americana.

Kim fa paura, parte la corsa ai rifugi antiatomici
Il mio primo ordine da presidente è stato di rinnovare e modernizzare il nostro arsenale nucleare. Ora è più forte e potente che mai“, ha twittato Trump. “Speriamo di non dover mai usare questo potere, ma non ci sarà mai un momento in cui non saremo la nazione più potente del mondo“, ha poi aggiunto in un secondo tweet.