Previsioni Meteo Ferragosto: fine del caldo record, il bollettino dell’Aeronautica Militare fino al 18 agosto

Ecco il dettaglio delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare fino al 18 agosto

Le previsioni meteo per i prossimi giorni fornite dal Servizio Meteorologico dell’Aeronautica MilitareSituazione: residua instabilita’ in ulteriore attenuazione e movimento verso sud-est che interessa ancora gran parte del sud e le regioni centrali adriatiche, mentre al nord e sulle regioni centrali di Ponente si vanno ripristinando condizioni di stabilita’ atmosferica. Tempo previsto fino alle 7 di domaniNordsu tutte le regioni ampio e prevalente soleggiamento salvo residua nuvolosita’ nel primo pomeriggio su Trentino-Alto Adige, Friuli-Venezia Giulia, Veneto ed Emilia Romagna centro-orientale, con possibili brevi rovesci su Friuli-Venezia Giulia e settori est di Veneto ed Emilia Romagna. Centro e Sardegnaampio prevalente soleggiamento sulla Sardegna con qualche nube in piu’ nel pomeriggio sulle aree occidentali; nuvolosita’ irregolare a tratti intensa su Marche, Abruzzo, settori piu’ orientali di Umbria e Lazio ed aree interne del Lazio meridionale; precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale su Marche ed Abruzzo e solo occasionalmente sulle restanti aree, mentre schiarite sempre piu’ ampie si faranno strada sui settori centro-occidentali di Toscana e Lazio. Generale miglioramento serale seppur con residui fenomeni possibili fino al primo mattino sulle coste abruzzesi. Sud e Sicilia: nubi anche consistenti sulla Sicilia settentrionale potranno dar luogo a qualche breve precipitazione sul settore nord-orientale mentre sul resto dell’isola prevarranno ampie schiarite; sulle regioni peninsulari si avra’ una nuvolosita’ irregolare anche intensa cui saranno associate precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale e che saranno piu’ probabili su Molise, Puglia, Basilicata, centro-est Campania e Calabria tirrenica, con situazione in generale miglioramento serale nonostante residui fenomeni ancora possibili fino al primo mattino su aree costiere ed immediato entroterra di Molise e Puglia. Temperature: massime stazionarie su Sardegna e Friuli-Venezia Giulia; in aumento su alta Toscana, Liguria, Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia, Trentino-Alto Adige ed Emilia Romagna settore ovest; in calo sul resto del Paese in particolare al sud e sulle centrali adriatiche. Minime in calo su Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia; in lieve aumento su Sardegna est, Toscana, Umbria, Emilia Romagna, Liguria, Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia; pressoche’ stazionarie sul resto d’Italia. Venti: moderati settentrionali al centro-sud con ulteriori rinforzi specie al sud, Sardegna e lungo le coste centrali adriatiche, con tendenza a lenta diminuzione sulle regioni centrali a iniziare da Toscana, Umbria, Marche e Sardegna; deboli occidentali sulla Liguria con temporanei rinforzi pomeridiani, mediamente deboli settentrionali sul resto del nord con locali rinforzi sulle coste adriatiche. Marida poco mosso a mosso l’alto Adriatico; agitato il mare di Sardegna con moto ondoso in diminuzione; molto mossi i restanti mari, con moto ondoso in lenta diminuzione su quelli occidentali iniziando da Ligure e alto Tirreno.

aeronautica militare01Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per la giornata di domaniNord: cielo in prevalenza sereno a parte qualche nube in sviluppo pomeridiano sulle zone alpine ma con scarsa probabilita’ di precipitazioni associate. Dalla tarda mattinata attese velature su Valle d’Aosta, Piemonte e Liguria in trasferimento al resto del nord dalle ore pomeridiane. Centro e Sardegnacielo sereno salvo residua nuvolosita’ al mattino tra Marche ed Abruzzo ma senza fenomeni associati. Nel pomeriggio locali annuvolamenti attesi nelle zone interne peninsulari comunque in diradamento verso sera. Sud e Sicilia: isolate residue piogge lungo i litorali adriatici al primo mattino e molte nubi tra le coste tirreniche della Calabria e Sicilia settentrionale ma con scarsa o nulla probabilita’ di precipitazioni. Dal pomeriggio tendenza ad ampi spazi sereni. Prevalenza di cielo sereno o al piu’ poco nuvoloso sul resto del meridione. Temperature: minime in aumento al centro-nord ed in lieve diminuzione al sud. Massime in nuovo deciso generale aumento ad eccezione di Puglia, settori ionici di Calabria e Sicilia dove risulteranno stazionarie o in lieve diminuzione. Venti: moderati settentrionali al centro sud ed isole maggiori con ulteriori temporanei rinforzi su regioni del basso Adriatico ed ioniche; deboli variabili al nord con tendenza a divenire orientali sulle coste dell’alto Adriatico. Marimossi o molto mossi i bacini centro-meridionali, temporaneamente agitato lo Ionio; poco mossi o mossi i rimanenti mari.

aeronautica militare01Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per i prossimi giorni. LUNEDI’ 14 Nord: tempo stabile pur con formazioni nuvolose sparse sulle aree alpine e prealpine con qualche piovasco diurno specie sulle aree confinali. Centro e Sardegnacondizioni di bel tempo con cielo in prevalenza sereno a parte locali addensamenti nuvolosi diurni a ridosso dei rilievi toscani. Sud e Sicilia: tempo stabile e soleggiato su tutte le regioni. Temperature: massime e minime in aumento su tutte le regioni. Venti: moderati settentrionali al sud; deboli variabili sul resto della penisola con tendenza a divenire orientali in Val Padana. Marimossi Adriatico centro-meridionale, Canale di Sardegna e Ionio, quest’ultimo molto mosso al largo; poco mossi o mossi i rimanenti mari. MARTEDI’ 15: permangono condizioni all’insegna della stabilita’ e del cielo sereno o al piu’ poco nuvoloso. Ancora annuvolamenti pomeridiani e locali rovesci sull’arco alpino. MERCOLEDI’ 16: nubi in transito sulle regioni settentrionali e parzialmente su quelle centrali con rovesci in sviluppo sulle aree alpine. Soleggiato sul resto della penisola. GIOVEDI’ 17VENERDI’ 18: prevalenza di tempo stabile a parte un moderato transito di nubi sulle regioni settentrionali con fenomeni piu’ consistenti limitati alle aree alpine centro-occidentali ed al Triveneto.