Rocca di Papa: il 12 agosto occhi al cielo per lo spettacolo delle stelle cadenti all’Osservatorio “Fuligni”

Le suggestive scie delle Perseidi, le meteore note a tutti con il nome di stelle cadenti di San Lorenzo, questa estate promettono uno spettacolo davvero eccezionale

Si avvicina l’evento più atteso dell’anno dagli amanti del cielo: la serata speciale Perseidi in cui esprimere tutti i propri desideri alla vista del famoso sciame meteorico. L’iniziativa, organizzata dall’Associazione Tuscolana di Astronomia “Livio Gratton” (ATA) a Rocca di Papa presso l’Osservatorio “Franco Fuligni” e l’antistante piazza Capranica, si terrà sabato 12 agosto in coincidenza con il picco delle meteore. Un’occasione unica per dilettarsi nell’osservazione delle “stelle cadenti” e per conoscere tutti i segreti del cielo grazie alle numerose attività in programma.

Le suggestive scie delle Perseidi, le meteore note a tutti con il nome di stelle cadenti di San Lorenzo, questa estate promettono uno spettacolo davvero eccezionale. Il picco è previsto nella serata del 12 agosto: dal tramonto fino alle prime luci dell’alba, come segnala l’Unione Astrofili Italiani (UAI). Il numero delle meteore visuali dovrebbe aggirarsi, secondo gli esperti, attorno alle 80-100 meteore all’ora. La Luna inizierà a disturbare con il suo chiarore solo poco dopo la mezzanotte. Lo spettacolo è quindi assicurato. Non rimane che rivolgere lo sguardo al cielo e lasciarsi incantare dal loro passaggio.

L’Osservatorio “Fuligni”, immerso nel cuore del parco dei Castelli Romani, si configura come luogo ideale per la loro osservazione e nella serata interessata dal picco delle famose meteore offre al pubblico tantissime attrazioni. Prima fra tutte, la conferenza divulgativa sul fenomeno delle Perseidi a cura di un esperto dell’ATA. La presentazione, che verrà ripetuta nell’arco della serata, consentirà ai partecipanti di comprendere a fondo la natura del fenomeno e tutte le curiosità a esso relative, getterà quindi le basi per una visione più consapevole dello sciame meteorico. Altra conferenza in programma, quella sui 40 anni della missione Voyager.

A guidare il pubblico nell’osservazione del cielo notturno saranno gli operatori dell’ATA, che mostreranno tutti gli oggetti celesti visibili sia a occhio nudo che con i telescopi. Oltre che sulle tanto attese “stelle cadenti”, si potranno puntare quindi gli occhi anche su molti pianeti, quali Giove sull’orizzonte occidentale, e Saturno, che culmina invece in direzione sud. Osservabili, ma solo con il telescopio, anche Urano, Nettuno e Plutone. Tra gli astri più luminosi, la brillante stella Arturo a nord-ovest e Vega, uno dei vertici del triangolo estivo insieme a Deneb e Altair.

Da non perdere infine, nella stessa serata, gli spettacoli multimediali nel Planetario digitale itinerante, che verrà allestito in Piazza Capranica, di fronte all’Osservatorio. All’interno della grande cupola gonfiabile di 7 metri di diametro gli esperti operatori dell’ATA mostreranno il cielo alle varie latitudini e in varie epoche, con l’aggiunta di video immersivi a 360°. “Nel planetario lo spettacolo del cielo stellato, parte del panorama naturale, entra in diretto contatto con il pubblico, con l’intento di emozionarlo e di invogliarlo a interessarsi alla scienza, al suo metodo, alle sue scoperte e alle incredibili ricadute che ha avuto nella vita di tutti i giorni”, dichiara il Presidente dell’ATA Luca Orrù. Emozioni quindi assicurate nella serata del 12 agosto all’Osservatorio “Fuligni” all’insegna della scienza e ricca di attrazioni per tutte le età.