Sanità: Tiribelli, direttore del Centro studi fegato di Trieste, premiato dal governo argentino

Il prof. Claudio Tiribelli ordinario di Gastroenterologia e direttore scientifico della Fondazione Centro studi fegato riceverà a Buenos Aires il premio "Dr. Luis Federico Leloir"

Il prof. Claudio Tiribelli, nato a Mestre (Venezia) e residente con la famiglia a Trieste, ordinario di Gastroenterologia all’universita’ del capoluogo giuliano e direttore scientifico della Fondazione Centro studi fegato ricevera’ il 16 novembre a Buenos Aires il premio “Dr. Luis Federico Leloir”. Il riconoscimento, istituito dal ministero argentino, intende premiare personalita’ straniere che si siano distinte nella cooperazione internazionale nel campo della scienza, della tecnologia e dell’innovazione. Il Centro diretto dal prof. Tirelli opera nell’ambito delle tecnologie avanzate per lo studio di aspetti fisiologici e patologici del fegato. In particolare, l’impegno e’ rivolto all’analisi dei meccanismi molecolari dell’epatocarcinoma, della steatosi epatica e ai meccanismi di danno cellulare da bilirubina a livello cerebrale. Il premio sara’ consegnato nel corso di una cerimonia ufficiale dal Ministro della scienza e della Tecnologia argentino, Lino Baranao.

L’assessore regionale alla Salute del Friuli Venezia Giulia, Maria Sandra Telesca, ha espresso le congratulazioni della Regione al prof. Claudio Tiribelli, ordinario di gastroenterologia all’Universita’ di Trieste e direttore del Centro studi fegato della Fondazione italiana fegato, che ricevera’ il 16 novembre a Buenos Aires il premio Dr. Luis Federico Leloir. Il riconoscimento – riferisce la Giunta regionale con una nota – e’ istituito dal Ministero della Scienza e della Tecnologia argentino e premia personalita’ straniere che si siano distinte nella cooperazione internazionale nel campo della Scienza, della tecnologia e dell’innovazione. “Questo premio ottenuto dal clinico e ricercatore per il suo impegno rivolto all’analisi dei meccanismi molecolari dell’epatocarcinoma, della steatosi epatica e ai fenomeni di danno neurologico da bilirubina, e’ un onore per tutta la comunita’ regionale”, ha commentato Telesca, ricordando che con il prof. Tiribelli “c’e’ da sempre una proficua collaborazione attraverso il Centro da lui diretto nell’ambito della ricerca traslazionale, svolta in sinergia con le Aziende del Servizio sanitario regionale”.