Siccità Toscana: rischio razionamento acqua a settembre

A settembre per le aree della Toscana centrale servite dagli acquedotti minori ci sara' il rischio, a causa della siccità, di misure di razionamento dell'acqua

A settembre per le aree della Toscana centrale servite dagli acquedotti minori ci sara’ il rischio, a causa della siccita’, di misure di razionamento dell’acqua. E’ l’allarme lanciato da Publiacqua, che oggi ha riunito il suo Cda sulla questione. “Dobbiamo cominciare da domattina – ha affermato il presidente Filippo Vannoni – a incontrare le amministrazioni delle zone piu’ siccitose per fare i piani d’emergenza, perché da settembre se continua cosi’ dobbiamo partire col razionamento dell’acqua”.

“Barberino Val D’Elsa e Tavarnelle Val di Pesa sono i comuni più a rischio, secondo il gestore del servizio idrico, ma la situazione presenta criticità anche nel Valdarno superiore e nella montagna fiorentina”. Il servizio meteorologico della Regione Toscana, ricorda Publiacqua, prevede “che per altri 40 giorni circa non avremo piogge significative”, a parte episodici temporali.