Terremoto, emergenza in Cina: case crollate, si teme un centinaio di vittime

La Cina dichiara l'emergenza terremoto dopo la scossa di magnitudo 6,5 che ha interessato la regione turistica del Sichuan causando 5 morti e svariati feriti

Sismografo - Foto d'archivio

Secondo i dati diffusi dall’agenzia di Stato cinese Xinhua i morti sono almeno cinque e i feriti 60, di cui una trentina in gravi condizioni; la Protezione civile, tuttavia, ha rivisto il bilancio al rialzo, con almeno un centinaio di morti. La regione colpita comprende anche il parco nazionale più famoso del Paese, dichiarato dall’Unesco patrimonio mondiale dell’umanità; nella giornata in cui ha avuto luogo il sisma è stato visitato da almeno 38mila persone, e secondo la stampa locale il bilancio delle vittime fra i turisti sarebbe di almeno un morto e quattro feriti.

E’ stato uno dei più potenti registrata in Cina negli ultimi anni. Diverse abitazioni della zona sono crollate e altre hanno subito svariati danni: le autorità locali hanno avviato le operazioni di evacuazione.

Nelle zone più lontane dall’epicentro i residenti hanno sentito la scossa e hanno lasciato le loro case per paura. Le autorità cinesi hanno lanciato un livello massimo dispositivo di emergenza, con le squadre di soccorso per gli sfollati della zona.