Terremoto: incontro Decaro-Delrio, lavori per 85 milioni sulla viabilità

"Con Anci e Anas attiviamo come ministero un monitoraggio costante per i lavori nelle strade delle zone interessate dal terremoto"

Simone Fanini - LaPresse

Rappresentando i sindaci di Comuni a volte piccolissimi che vivono ancora grandi difficoltà a quasi un anno dal terremoto, ho chiesto certezze sugli interventi di viabilità e ho ricevuto rassicurazioni”: lo ha dichiarato Antonio Decaro, sindaco di Bari e presidente dell’Anci, al termine dell’incontro con il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio e il presidente dell’Anas, Gianni Armani. ”Con Anci e Anas attiviamo come ministero un monitoraggio costante per i lavori nelle strade delle zone interessate dal sisma – dichiara il ministro Delrio – in modo da valutare l’efficacia del piano messo in atto e le necessità dei Comuni coinvolti’‘. ”Il 25 per cento dei lavori programmati nel primo stralcio per il ripristino della viabilità dopo il sisma, per un investimento complessivo di 85 milioni di euro, è in corso. Un altro 33 per cento, pari a 129 milioni, è in fase di approvazione. Si tratta dei lavori più urgenti che riguardano le arterie principali di collegamento per i territori colpiti. Procede anche l’attuazione del secondo stralcio, che riguarda la viabilità secondaria e meno compromessa”, continua Decaro. L’Anas sta completando la ricognizione sul terzo stralcio, che riguarda le strade minori. ”L’Anci – riferisce il presidente – ha evidenziato la necessità che nella compilazione di questo terzo elenco di opere si tenga ben presente l’aumento di volume di traffico e i conseguenti danni che le strade comunali hanno subìto per effetto del terremoto. Gli interventi che resteranno comunque fuori, è stato garantito che rientreranno nel più ampio piano di ricostruzione, affidato al commissario Vasco Errani, con il quale ci confronteremo subito dopo la pausa estiva”.