Terremoto Ischia, gli ingegneri: “Sì al piano di prevenzione sismica”

"L'ennesimo evento sismico, che stavolta ha colpito Ischia, sta a dimostrare che nel nostro Paese anche le scosse di non particolare entita' possono determinare danni rilevanti a cose e persone"

L’ennesimo evento sismico, che stavolta ha colpito Ischia, sta a dimostrare che nel nostro Paese anche le scosse di non particolare entita’ possono determinare danni rilevanti a cose e persone. Quello che e’ successo ieri sera conferma a maggior ragione la necessita’ di attuare nel piu’ breve tempo possibile un piano di prevenzione sismica, e di completare la conoscenza dello stato delle nostre case, anche attraverso strumenti determinanti come il fascicolo del fabbricato”.

Parola del presidente del Consiglio nazionale degli ingegneri, Armando Zambrano, sicuro che occorra pure “procedere anche attraverso modifiche normative che rendano ancora piu’ efficaci le iniziative gia’ messe in campo, come il Sisma Bonus, rendendole pienamente applicabili sia per i grandi fabbricati, sia per quelli piccoli, anche attraverso misure di sostegno agli incapienti. Infine, e’ necessario consentire ai cittadini di perseguire l’obiettivo del miglioramento sismico anche in tempi lunghi, mettendolo in atto in occasione delle ristrutturazioni e seguendo un progetto ben preciso“, si chiude la nota dell’Ordine degli ingegneri.