Veneto, numerosi feriti per il maltempo: nel veneziano 105 persone al Pronto Soccorso

Il bilancio definitivo diffuso dall'Ulss 4 relativo al Maltempo che si e' abbattuto ieri sul Veneto orientale parla di 105 persone curate per traumi, fratture e ferite varie

Il bilancio definitivo diffuso dall’Ulss 4 relativo al Maltempo che si e’ abbattuto ieri sul Veneto orientale parla di 105 persone curate per traumi, fratture e ferite varie. Due i feriti gravi: una quarantaduenne straniera con un trauma cranico al capo, accolta all’ospedale di Portogruaro; un quarantenne lombardo con trauma costale e vertebrale in rianimazione all’ospedale di San Dona’ di Piave. Altri feriti gravi sono stati ricoverati in ospedali di altre aziende sanitarie.

“Il sistema di urgenza-emergenza della nostra Azienda, in rete con quelle confinanti e la centrale operativa del 118, ha dimostrato di funzionare in moto ottimale – hanno dichiarato il capo dipartimento Fabio Toffoletto e il direttore generale Carlo Bramezza –. Il Pronto soccorso di Jesolo e’ stata la struttura che ha sopperito al maggior carico di lavoro. Dal momento in cui si e’ palesata l’emergenza, nell’arco temporale di 30 minuti l?organico di questa unita’ operativa e’ stato implementato di sei infermieri e un medico. La gran parte delle persone curate ha riportato traumi lievi, i pochi feriti gravi sono stati prontamente trasferiti in strutture adeguate alle proprie necessita’”.

Nel dettaglio, a Jesolo sono stati curati 50 pazienti, 6 a San Dona’, 19 a Bibione e 30 a Portogruaro. Sul fronte dei danni a strutture e aree di proprieta’ dell’Ulss4, a Jesolo, San Dona’, Portogruaro e Ceggia, i servizi tecnici aziendali hanno ripristinato tutte le vie di accesso e di uscita alle unita’ operative e predisposto una prima lista danni che si aggira sui 300 mila euro.