Alluvione Livorno: indagine per disastro colposo, la procura nomina 5 periti

Procede l'indagine che ipotizza i reati di omicidio colposo e disastro colposo in seguito ai danni provocati dall'alluvione a Livorno

LaPresse/Bianchi-LoDebole

A seguito dell’apertura di un fascicolo da parte della Procura di Livorno, procede l’indagine che ipotizza i reati di omicidio colposo e disastro colposo in seguito ai danni provocati dall’alluvione a Livorno. Lunedì prossimo il procuratore capo Ettore Squillace Greco, con i pm Antonella Tenerani e Giuseppe Rizzo, titolari del fascicolo, nominerà cinque professionisti che avranno il compito di indagare sulle carte edilizie relative all’urbanistica della zona sud di Livorno sud e delle colline. Gli esperti dovranno ricostruire quanto è accaduto durante il nubifragio ed eventualmente segnalare errori umani nelle costruzioni edilizie, come omissioni o irregolarità. L’indagine tende ad accertare anche eventuali colpe nella gestione dell’emergenza e in particolare nell’allarme lanciato il giorno precedente con allerta codice arancio, che prevedeva “grave pericolo per le persone con possibili vittime“.