Alluvione Livorno: Rio Maggiore ispezionato e sotto controllo

"E' una attività fondamentale in vista della perturbazione che potrebbe colpire Livorno già a partire da domani"

LaPresse/Bianchi-LoDebole

Sono iniziati ieri i sopralluoghi dei tecnici comunali, del Genio Civile, del Consorzio di Bonifica e dell’Asa spa lungo il Rio Maggiore. La squadra dei sommozzatori specializzati dei Vigili del Fuoco, impegnata nelle operazioni di ispezione dei condotti tombati del Rio Maggiore, non ha rilevato alcun tipo di ostruzione all’interno del condotto: lo ha spiegato il sindaco di Livorno, Filippo Nogarin, in riferimento agli interventi in corso dopo l’alluvione che ha colpito la città. “I 12 chilometri del Rio sono stati dunque puntualmente verificati e non hanno destato particolari preoccupazioni. E’ una attività fondamentale in vista della perturbazione che potrebbe colpire Livorno già a partire da domani. L’attività di ispezione sarà ripetuta anche per il Rio Felciaio e gli altri Rii del territorio,” spiega Nogarin in un post sul suo profilo Facebook.