Autunno? La casa cambia il look. Partiamo dalla cucina

Non ci sono dubbi: il 2017 si è rivelato l’anno giusto per la ristrutturazione della propria dimora grazie ai bonus per la casa

Non ci sono dubbi: il 2017 si è rivelato l’anno giusto per la ristrutturazione della propria dimora grazie ai bonus per la casa. Esistono infatti importanti agevolazioni fiscali che scadono il 31 dicembre: chi ha interventi rilevanti in programma dovrà affrettarsi per programmare i lavori e usufruire di questa opportunità. E se l’anno è perfetto, il periodo lo è ancora di più. Bisogna approfittare di queste giornate autunnali, prima del grande freddo, delle giornate più corte… e prima di andare ufficialmente in letargo, per preparare il focolare all’inverno. È il momento di dare nuova vita alla nostra abitazione, e trasformarla nella casa ideale grazie a un completo restyling… da quale ambiente cominciare?

Secondo l’ultimo Barometro dei servizi per la casa di Instapro.it, ricerca condotta dalla piattaforma che mette in contatto utenti e professionisti del settore, alla domanda ‘Quando programma un intervento di miglioramento in casa dove si esprime al meglio la sua creatività?’, il 34% degli intervistati ha risposto ‘la cucina’. Un dato rilevante perché fa capire il ruolo da protagonista che ricopre questo ambiente: uno spazio dal valore unico in termini di convivialità, la zona che spesso necessita di più attenzioni.

Come realizzare la cucina ideale? Praticità, un occhio di riguardo alle tendenze e la voglia di personalizzare l’ambiente secondo gusti e stili di chi vive la stanza più ‘intima’ della casa, per una cucina che sa parlare di noi. Un’operazione che può rivelarsi dispendiosa in termini di tempo e di denaro, per questo è importante ricevere l’aiuto giusto: dai professionisti di Instapro.it 5 consigli per chi sta per iniziare lavori di ristrutturazione.

1. Ammettetelo: avete bisogno di aiuto

Il web è sicuramente l’amico più utile e veloce quando abbiamo bisogno di una dritta su come fare qualcosa. Quindi ‘datemi un tutorial e solleverò il mondo’? Non è sempre così. La rete è un valido strumento per metterci in contatto con il professionista più adatto alle nostre esigenze, ma quando si tratta di ristrutturazione, il fai da te è assolutamente sconsigliato. Per i lavori più delicati occorre il tocco di qualcuno che sappia esattamente cosa fare… Un lavoro fatto male è peggio di un lavoro non fatto!

2. Far quadrare i conti…e i metri

Tutti, persino quelli che non cucinano, sognano una cucina grande. Ma se non siete tra i pochi fortunati che hanno la possibilità di ampliare la propria cucina abbattendo qualche muro ed eliminando spazi superflui, non datevi per vinti, c’è sempre una soluzione. Ottimizzare lo spazio e adottare sistemi per far sembrare la cucina molto più grande, è una vera e propria arte: accorgimenti come la scelta di un colore chiaro e di materiali vi daranno la percezione di avere una stanza ampia e spaziosa.

3. Risparmiare si, ma con testa

La ristrutturazione è un lavoro dispendioso, ma esistono tanti metodi per cercare di risparmiare, ad esempio, confrontare diversi preventivi per fare la scelta più conveniente, o limitarsi ad un restyling senza stravolgere l’intera struttura della stanza. È sempre bene riflettere a fondo anche sulla scelta dei materiali, perchè la predilezione per il low cost non rappresenta sempre la decisione più conveniente: potrebbe comportare problemi futuri, a causa della bassa qualità delle materie prime, con il rischio di dover prevedere, a posteriori, la spesa di una cifra risparmiata in partenza.

4. Impara nuovi vocaboli!

Il mondo della casa è ampio e ricco di opportunità. Affidarsi a un professionista significa anche chiedere un consiglio, spiegare esattamente cosa volete e conoscere.
Mai sentito parlare di erker? Si tratta di una finestra a golfo che crea un’estensione anteriore o posteriore all’abitazione ed è composta in prevalenza da vetro. Grazie alla sua superficie limitata, è la soluzione ideale per chi desidera ottenere più spazio senza però dovere traslocare o annettere un piano del tutto nuovo. L’avreste mai pensato?

5. La chiave giusta? Pianificare!

Prima di iniziare un lavoro, il professionista vi darà sempre un’indicazione di tempistica sulla fine dei lavori. Fidatevi di lui e cercate di considerare e prevedere possibili imprevisti. Durante la ristrutturazione della cucina la stanza rimarrà inagibile, di conseguenza dovrete valutare la possibilità di appoggiarvi ad un altro locale della casa per qualche giorno e soprattutto, allertare parenti e amici per chiedere ospitalità.