Caccia, Lipu: 11 Regioni senza un piano faunistico valido, 5 specie minacciate

"Undici regioni con piano faunistico venatorio assente o scaduto da tempo e cinque specie globalmente minacciate ancora cacciabili"

Undici regioni con piano faunistico venatorio assente o scaduto da tempo e cinque specie globalmente minacciate ancora cacciabili: sono l’emblema di una stagione di caccia che, oltre alle conseguenze di incendi e siccità, parte all’insegna di infrazioni, assenza dello Stato e gravi carenze regionali”: lo spiega la Lipu alla vigilia della nuova stagione al via domenica 17 settembre.

La situazione delle specie di uccelli cacciabili è complessa: delle 18 specie in stato di conservazione sfavorevole, tra cui l’allodola e la pernice bianca (”Spec 3”, ovvero in stato conservazione sfavorevole, pur non concentrate in Europa), cinque sono classificate ”Spec 1”, ovvero minacciate a livello globale, dal nuovo rapporto Birds in Europe. Si tratta di tortora selvatica, coturnice, pavoncella, moriglione e tordo sassello, che andrebbero sospese dai calendari venatori e considerate oggetto di speciali interventi di tutela. “Ad oggi, tuttavia – fa sapere la Lipu – né le regioni hanno provveduto in tal senso né il Governo e l’Ispra, da cui siamo ancora in attesa di parere, hanno inteso intervenire in alcun modo. Una situazione incomprensibile, di quasi abdicazione dello Stato“.