Chikungunya: il Bambino Gesù chiama i donatori per accertamenti sui sintomi del virus

"Il nostro Centro Trasfusionale sta contattando i donatori che si sono rivolti al Bambino Gesu' per accertamenti su eventuali sintomi riconducibili al virus" della Chikungunya

“Il nostro Centro Trasfusionale sta contattando i donatori che si sono rivolti al Bambino Gesu’ nel periodo di maggiore criticita’, ovvero nell’arco di tempo che include l’ultima settimana di agosto e la prima di settembre, per accertamenti su eventuali sintomi riconducibili al virus” della Chikungunya. Lo spiega il responsabile del Servizio Immunotrasfusionale dell’ospedale pediatrico di Roma, Mauro Montanari, in un’intervista pubblicata sul sito del Bambino Gesu’. Secondo Montanari “c’e’ qualche disagio, ma la situazione puo’ considerarsi sotto controllo“.

“L’ospedale – spiega – puo’ contare su una scorta di emocomponenti derivante da raccolte precedenti al periodo di contagio. Inoltre, la distribuzione in diverse zone territoriali degli oltre 78 punti di raccolta esterni alla struttura ospedaliera a cui attinge il nostro Centro Trasfusionale, dislocati anche fuori la regione Lazio, ha consentito fino ad oggi di raccogliere in aree non esposte ai rischi di infezione”.