Chikungunya, emergenza sangue nel Lazio: i Carabinieri di Firenze donano il plasma 

Anche i carabinieri della Nuova Scuola Marescialli e Brigadieri di Firenze rispondono all'appello per far fronte all'emergenza sangue in Lazio, in seguito ai casi di Chikungunya

LaPresse/Xinhua

Anche i carabinieri della Nuova Scuola Marescialli e Brigadieri di Firenze rispondono all’appello lanciato dal Centro Regionale Sangue della Toscana per far fronte all’emergenza sangue in Lazio, dovuta al blocco di donazioni in seguito ai casi di Chikungunya provocati da zanzare infette a Roma e Anzio.

I carabinieri di Firenze hanno infatti subito dato la loro disponibilita’ in numero consistente e stamani 20 allievi carabinieri della Scuola Marescialli e Brigadieri sono andati a donare il sangue al Meyer, e altri 20 sono andati a Careggi. Questo aiuto e’ importante per permettere alla Regione Toscana di supportare il Lazio tenendo presenti le necessita’ e le criticita’ interne.

Ringrazio i carabinieri per la disponibilita’ e la sensibilita’ dimostrata – dice l’assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi – E invito i toscani a raccogliere l’appello del CRS ad andare a donare il sangue, in maniera programmata e coordinata”. Martedi’ la responsabile del Centro Regionale Sangue Simona Carli si incontrera’ con il medico dei carabinieri e con i responsabili trasfusionali di Meyer, Careggi e Asl Toscana centro, per programmare le donazioni scaglionate degli altri allievi. Questo anche su richiesta del Centro Nazionale Sangue, che chiede di scadenzare gli aiuti.