Chikungunya, “maxi emergenza sangue a Roma”: verso raccolta straordinaria

A Roma si va verso l’emergenza sangue (anzi una “maxi emergenza” come avverte il Centro Nazionale Sangue), dopo lo stop alla donazione per un milione 300mila romani, tutti gli abitanti della Asl Roma 2, per i casi di Chikungunya sul territorio. La circolare del Cns sottolinea “la assoluta necessita’ di intensificare, in stretta collaborazione con le associazioni e federazioni dei donatori volontari di sangue, la raccolta negli altri comuni/aree della Regione Lazio”, anche “mediante la pianificazione del maggior numero possibile di sedute straordinarie di raccolta”. Nel dettaglio, sottolinea il Cns, il temporaneo fabbisogno delle aree affette “risultera’ di dimensioni molto rilevanti (circa 250 unita’ di globuli rossi al giorno)”. Per questo si chiede anche di attivare “la compensazione interregionale”, configurandosi “le ricadute dell’evento epidemico in oggetto sul sistema sangue laziale alla stregua di una maxi emergenza”.