Crollo di Barletta: commemorate le 58 vittime del 1959, uccise dal cedimento del palazzo di via Canosa

Un mazzo di fiori e' stato deposto questa mattina nella piazzetta dedicata alle vittime del crollo di via Canosa, avvenuto il 16 settembre del 1959

Un mazzo di fiori e’ stato deposto questa mattina nella piazzetta dedicata alle vittime del crollo di via Canosa, avvenuto il 16 settembre del 1959. Una palazzina nuova crollo’ nella notte e sotto le macerie rimasero uccise 58 persone, uomini, donne e bambini, colti nel sonno. Alla cerimonia, svoltasi in via dei Pini, hanno partecipato il presidente del Consiglio comunale, Carmela Peschechera, e il vicesindaco, Antonio Divincenzo. La cerimonia ha dato l’avvio alle Giornate della memoria, istituite dal consiglio comunale per commemorare le vittime della mala edilizia. Quello del 1959, infatti, non e’ stato l’unico crollo che si e’ verificato in citta’. La notte dell’8 dicembre 1952, in via Magenta, la pioggia sgretolo’ due caseggiati fatti di tufo e terra: morirono 17 persone. Quei due disastri, pero’, non sono serviti a evitare quanto accaduto il 3 ottobre 2011, con il crollo di una palazzina in via Roma e la morte di quattro operaie di un laboratorio tessile e della figlia 14enne del loro datore di lavoro.