Marina militare: i palombari recuperano ordigni bellici dall’Adige

Due bombe residuato bellico della seconda guerra mondiale sono state rimosse dal fiume Adige da palombari del Gos del Comando subacquei ed incursori della Marina Militare

Due bombe residuato bellico della seconda guerra mondiale sono state rimosse dal fiume Adige da palombari del Gos (Gruppo Operativo Subacquei) del Comando subacquei ed incursori della Marina Militare distaccati presso il Nucleo Sdai di Ancona (Sminamento difesa antimezzi insidiosi), in localita’ Porto a Legnago (Verona).

Gli ordigni sono stati poi consegnati agli artificieri dell’ottavo Regimento Genio Guastatori “Folgore” di Legnago per il loro despolettamento. Le bombe, segnalate lo scorso 21 aprile da un cittadino ai Carabinieri, sono del tipo usato dall’aviazione statunitensi, del perso di 454 chili ciascuna. Per portare a termine l’operazione di recupero, e’ stato necessario lo sgombero di circa 10.000 persone dagli edifici e dalle strade di Legnago, Villabartolomea e Terrazzo tra le 9 e le 16 di oggi.