Tecnologia, casa ‘smart’ e intelligente: agli europei piace sicura con allarmi antincendio e notifiche di emergenze

Per gli europei la casa davvero intelligente non è quella ipertecnologica e avveniristica, ma quella che garantisce la maggior sicurezza possibile

Per gli europei la casa davvero intelligente non e’ quella ipertecnologica e avveniristica, ma quella che garantisce la maggior sicurezza possibile. I consumatori sono ormai cinque volte piu’ propensi a dotarsi di allarmi antincendio e sistemi di notifica delle emergenze, piuttosto che di tapparelle in grado di alzarsi e abbassarsi da sole a orari prestabiliti. Il dato emerge da un sondaggio condotto dai ricercatori di Strategy Analytics. Messi a confronto con la casa ‘smart’, fatta di oggetti connessi a internet e controllabili da remoto con lo smartphone, seimila europei hanno privilegiato la protezione.

Tra le soluzioni hi-tech piu’ desiderate hanno scelto i sensori che rilevano una perdita d’acqua e le valvole che chiudono l’impianto idrico in automatico, le videocamere di sorveglianza, i videocitofoni e i sistemi che simulano la presenza di persone in casa, insieme ai termostati ‘smart’ che si controllano con una app. Hanno invece poco appeal le luci programmabili e il cancello automatico. L’attenzione alla sicurezza e’ ben presente anche oltreoceano. Sempre secondo gli analisti, l’americano medio e’ 12 volte piu’ disposto a dotarsi di un allarme antincendio che non di un sistema di irrigazione programmabile via telefono.