Terremoto, Agcom: “Estese le agevolazioni per le popolazioni colpite”

Estensione dei termini per la presentazione delle domande di richiesta e nove nuovi comuni inseriti tra i beneficiari delle agevolazioni per la telefonia fissa e mobile decise dall'Autorita' per le comunicazioni

LaPresse/Xinhua

Estensione dei termini per la presentazione delle domande di richiesta e nove nuovi comuni inseriti tra i beneficiari delle agevolazioni per la telefonia fissa e mobile decise dall’Autorita’ per le comunicazioni. Queste – spiegano – le misure adottate dall’Agcom, in linea con la proroga dello stato di emergenza per le popolazioni colpite dai terremoti del 2016.

L’Autorita’ ha dunque stabilito di aggiungere tra i beneficiari delle agevolazioni, informa una nota, anche i residenti dei comuni di Barete (AQ), Cagnano Amiterno (AQ), Pizzoli (AQ), Farindola (PE), Castelcastagna (TE), Colledara (TE), Isola del Gran Sasso (TE), Pietracamela (TE), Fano Adriano (TE), disponendo per questi comuni e per tutti gli altri previsti dalle norme, l’estensione dei termini per la presentazione delle domande di agevolazione. Gli utenti potranno dunque presentare al proprio operatore domanda di agevolazione, secondo le modalita’ previste dalla delibera Agcom.

Di seguito le agevolazioni introdotte dalla delibera dell’Autorita’ ed estese ai nove comuni menzionati:

– per utenti e imprese titolari di servizi di rete fissa la cui abitazione o sede e’ agibile, Agcom ha disposto la rateizzazione dei pagamenti sospesi per i mesi di effettiva utilizzazione e lo storno delle fatture per i mesi di mancata utilizzazione;

– per utenti e imprese sulla rete fissa, che hanno ancora abitazione o sede in condizioni di inagibilita’, l’Autorita’ ha previsto lo storno delle fatture sospese per tutti i mesi in cui non hanno usufruito del servizio e la possibilita’ gratuita di recesso dal servizio o di trasloco della linea;

– per gli utenti e imprese titolari di servizi di rete mobile, che hanno l’abitazione e sede inagibile, si prevede lo sconto, per sei mesi, del 50% della spesa sostenuta e l’erogazione di un bonus mensile di 1GB per il servizio dati.

I titolari di imprese possono, a prescindere dall’agibilita’ della sede, avvalersi, a scelta, di un 50% di sconto sui servizi di rete fissa o mobile. In considerazione della prosecuzione dello stato di emergenza e tenuto conto delle richieste formulate dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, l’Autorita’ ha ritenuto opportuno tutelare ulteriormente le popolazioni colpite dagli eventi sismici, posticipando al termine dello stato di emergenza – dunque non prima del 28 febbraio 2018 – la riscossione dei pagamenti relativi alle fatture gia’ sospese.