Terremoto, Ceriscioli: “a Sarnano spazi sicuri per crescere”

"Grazie per aver scelto Sarnano e le Marche. Sara' un primo giorno di scuola speciale": lo afferma Ceriscioli in occasione dell'inaugurazione della scuola d'infanzia di Sarnano dopo il terremoto

“Grazie per aver scelto Sarnano e le Marche. Sara’ un primo giorno di scuola speciale”. In occasione dell’inaugurazione della scuola d’infanzia di Sarnano (Macerata), realizzata dopo il terremoto in meno di quattro mesi, il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli ha ringraziato le autorita’ presenti, tra cui il presidente del consiglio Paolo Gentiloni, il ministro Valeria Fedeli e il commissario alla ricostruzione Paola De Micheli, ma soprattutto il Friuli Venezia Giulia che ha finanziato, con fondi pubblici e privati, la costruzione dell’edificio in 116 giorni.

“Ci regalano – ha detto Ceriscioli, riferendosi anche a imprese e tecnici – oltre a una nuova scuola, anche un paradigma: tecnologia all’avanguardia per scuole sicure e rispetto dell’ambiente. Tutte le Marche – ha ricordato – sono impegnate nella ricostruzione: 120 scuole danneggiate, un lavoro grande e importante. Impegnera’ sindaci e presidenti di Provincia: vedranno in questo un esempio importante per ottenere per i marchigiani spazi sicuri in cui crescere. La scuola con i suoi iscritti rappresenta il futuro della comunita’”.

Il Governo – ha sottolineato il presidente -, ha fatto tanto per la regione: un miliardo di euro, 7 miliardi per la ricostruzione pubblica e quasi altrettanti per aiutare le imprese a ripartire. Ora sta a noi realizzare tutto quello che serve per vincere una grande sfida”. Sulla “solidarieta’ di chi ci supporta – ha detto ancora Ceriscioli, riferendosi in particolare al Friuli Venezia Giulia – vogliamo contare e ripartire. La grande squadra deve restituire futuro e speranza. L’amministrazione comunale ha fatto tanto, ora tocca ai sindaci, alla Provincia e alla Regione impegnarsi per fare in modo che possiamo avere altre 115 giornate come queste. La cosa piu’ bella e’ un regalo ai bambini che e’ un regalo al nostro futuro”.