Terremoto, nuova scuola a Camerino: “Un passo verso la normalità”

"Un grande passo verso la normalità": così l'assessore alla Protezione civile Angelo Sciapichetti, che a Camerino ha inaugurato la nuova scuola primaria

LaPresse/Angelo Emma

“Un grande passo verso la normalità”. Cosi’ l’assessore alla Protezione civile Angelo Sciapichetti, che a Camerino ha inaugurato la nuova scuola primaria Salvo D’Acquisto, animata dalle voci di 250 bambini ospitati nelle 15 classi di una struttura all’avanguardia, antisismica e dotata di dissipatori per garantire la massima sicurezza possibile.

“Ieri abbiamo riaperto la cartiera di Pioraco – ha proseguito l’assessore – dando l’opportunita’ a 150 operai di tornare al lavoro; oggi inauguriamo le scuole di Camerino e Sarnano. Sono passi importanti per un ritorno duraturo delle comunita’ locali in questi comuni”.

Abbiamo dimostrato che lavorando insieme le istituzioni, il Comune, il Ministero e la Regione, raggiungono importanti risultati, facendo cose concrete, stando vicine alle persone per dare coraggio e vincere la battaglia piu’ importante: riportare nei luoghi feriti dal sisma la vita com’era prima e ancor piu’ sicura”.

Al taglio del nastro erano presenti l’arcivescovo Francesco Giovanni Brugnaro, il sindaco Gianluca Pasqui, il rettore uscente dell’Universita’ di Camerino Flavio Corradini, la vice preside della scuola Iole Alma. “La forza del futuro sono i bambini – ha detto Pasqui – oggi sono emozionato come loro e sono felice di esserlo. Un grazie va a tutti quelli che hanno permesso questo grande risultato’‘. Sciapichetti ha anche annunciato che la Protezione civile nazionale ha approvato il progetto per la ricostruzione di piazza Cavour.