Clima: l’amministrazione Trump dà il via alla revoca delle regole di Obama

Dopo l'annuncio di ieri il capo dell'Agenzia federale dell'ambiente (Epa) Scott Pruitt ha formalmente proposto di abrogare il Clean Power Plan, il provvedimento del 2015 di Barack Obama sul contrasto ai cambiamenti climatici

cambiamenti climatici

Dopo l’annuncio di ieri il capo dell’Agenzia federale dell’ambiente (Epa) Scott Pruitt ha formalmente proposto di abrogare il Clean Power Plan, il provvedimento del 2015 di Barack Obama che aveva l’obiettivo di contrastare i cambiamenti climatici, mai entrato pero’ effettivamente in vigore.

Questa era una delle promesse del presidente Donald Trump nella campagna elettorale. Pruitt ha diramato un avviso interno all’agenzia in cui affrma che l’Epa e’ “impegnata a porre rimedio agli errori dell’amministrazione Obama facendo pulizia delle regole in vigore” aggiungendo “che qualsiasi nuova regolamentazione sara’ adottata con attenzione e con umilta’ ascoltando tutti coloro coinvolti dalle nuove norme”.

Secondo Pruitt l’abrogazione del Clean Power Plan portera’ risparmi per 33 miliardi di dollari per le aziende costrette a rispettare i vincoli del testo che puntava a ridurre del 32% le emissioni delle centrali elettriche sotto il livello toccato nel 2005. Il tutto entro il 2030.