Confessioni di un Seduttore: la Guida segreta per sedurre le donne di Mauro D’Andrea

Il 19% degli italiani trova difficoltà a relazionarsi con l'altro sesso, il 6% ha avuto il primo rapporto dopo i 25 anni

Il 19% degli italiani (su un Panel di 500 intervistati dai 18 ai 45 anni, equamente suddiviso tra uomini e donne, intervistato con metodo Cawi a giugno 2017) asserisce di avere “difficoltà nel relazionarsi con l’altro sesso” dal punto di vista sessuale, ma non solo. Una difficoltà maggiore tra gli uomini che sono il 10% in più delle donne. Addirittura il 6% afferma di aver avuto il primo rapporto completo solo dopo i 25 anni, ma ci sono casi che oltrepassano i 40.

E’ evidente – si legge in una nota – che in epoca apparentemente fatta di “social”, in realtà la timidezza, le esperienze negative e la crescente poca abitudine alle relazioni “vere” rende molto più difficile costruire relazioni, sopratutto quelle amorose.

Ci ha pensato Mauro D’Andrea, uno dei maggiori “Love-coach” italiani, prima con la sua community di seduzionefficace, che riunisce oltre 15.000 iscritti e raggiunge oltre 70.000 lettori, e poi con il suo primo, attesissimo libro, che sarà disponibile dal 18 ottobre su Amazon.

“Spesso quando si parla di “corsi di seduzione” viene da sorridere. Ma in realtà la nostra community, così come il mio libro, non parla solo di seduzione, ma di esseri umani, di persone che hanno delle difficoltà a costruire relazioni con l’altro sesso (e non sono solo uomini, ma anche moltissime donne). Si tratta di un problema serio, che riguarda secondo la nostra rilevazione circa il 20% degli italiani. E che ha serie ripercussioni sulla loro qualità della vita e sulla loro felicità.”. ha dichiarato Mauro D’Andrea.

Il libro non si limita quindi a dare consigli e “dritte”, ma traccia un vero e proprio percorso che parte dall’auto consapevolezza e dall’automiglioramento, cercando accompagnare il lettore passo dopo passo a scoprire gli atteggiamenti più opportuni per riuscire a valorizzare se stessi ed a comunicare efficacemente con l’altro. Tanti anche i racconti, gli esempi dei luoghi e delle piccole “strategie” di comunicazione verbale e non verbale che possono aiutare ad approcciare l’altro, sempre nel massimo rispetto reciproco.

“ Si tratta nel suo campo di un’opera “rivoluzionaria”: fino ad oggi, gli italiani si sono affidati a dei titoli americani per imparare l’arte della seduzione; da oggi in poi sarà finalmente possibile studiare la seduzione all’italiana che in passato ci ha resi famosi nel mondo.”

“Certo, non tutti hanno problemi seri, molti frequentano la nostra community semplicemente per imparare meglio a comunicare o a fare colpo, ma il nostro lavoro ha senza dubbio anche una valenza sociale. E a dire il vero, parlando con le migliaia di persone che frequentano il nostro portale, si comprende come la grande maggioranza non voglia imparare la “seduzione” per fare strage di cuori, ma semplicemente per trovare la persona giusta, per uscire dalla timidezza che lo blocca, per trovare il coraggio di proporsi. Ed i risultati sono di solito molto positivi, spesso è sufficiente avere qualche suggerimento e qualcuno che ti infonde coraggio per uscire dal bozzolo e riuscire.” – ha concluso D’Andrea.