Ebola: bene il test di due vaccini, anche di quello ‘italiano’

Si sono concluse con successo le sperimentazioni in Africa di due candidati vaccini per il virus Ebola, fra cui quello ideato in Italia

Si sono concluse con successo le sperimentazioni in Africa di due candidati vaccini per il virus Ebola, fra cui quello ideato in Italia. Lo afferma uno studio pubblicato dal New England Journal of Medicine, secondo cui entrambi hanno mostrato un buon profilo di sicurezza e una buona risposta immunitaria per almeno un anno. Il test e’ stato condotto in Liberia su tre gruppi di 500 volontari, ognuno dei quali ha ricevuto uno dei due vaccini o un placebo.

A un mese dalla somministrazione il 71% dei soggetti che avevano ricevuto il vaccino ‘italiano’, sviluppato dall’azienda laziale Okairos e ora in licenza alla Gsk, e l’84% di quelli che avevano ricevuto l’altro, sviluppato dalla Merck, hanno mostrato una buona risposta immunitaria, che e’ rimasta in entrambi i casi per almeno un anno, periodo di durata del test.

Un anno dopo il livello di anticorpi era rimasto alto nella maggior parte dei soggetti vaccinati. Inaspettatamente, spiegano gli autori, nei soggetti immunizzati si e’ visto anche un minor tasso di infezioni da malaria. “Questo test ha dato informazioni preziose essenziali per continuare lo sviluppo di questi due candidati vaccini – afferma Anthony Faucim direttore del Naztional Institute for Allergy and Infectius Diseases statunitense – Un vaccino sicuro ed efficace potrebbe essere di importanza critca per controllare i futuri focolai di Ebola”.