Il Tifone Lan si abbatte sul Giappone: prime vittime nel Sud del Paese

Giappone, almeno due morti per il passaggio del Tifone Lan nel Sud del Paese

Almeno due persone sono state uccise dal violento tifone Lan che si e’ abbattuto oggi sulle isole meridionali del Giappone e che continua a spostarsi verso il nord. Lo riferisce l’agenzia di informazione “Kyodo”, secondo cui un uomo e’ stato ucciso dal crollo di un’impalcatura, e un secondo, un pescatore, e’ morto mentre cercava di raggiungere la sua imbarcazione. Il tifone, classificato come categoria 4, si spostera’ verso il nord-est del paese ad una velocita’ crescente, secondo quanto riferito dall’Agenzia meteorologica giapponese. Quest’oggi, alla luce delle intense precipitazioni, centinaia di migliaia di persone sono state evacuate dalle loro abitazioni e centinaia di voli e collegamenti ferroviaria sono stati annullati. Per consentire il regolare svolgimento delle elezioni generali anticipate, tenute oggi, a centinaia di persone residenti nelle aree piu’ a rischio e’ stato consentito di votare con un giorno di anticipo. Come misura precauzionale la compagnia automobilistica Toyota sospendera’ i lavori presso tutti i suoi impianti in Giappone a partire da domani mattina.

Le piogge torrenziali, i forti venti e le onde altissime che accompagnano il tifone Lan, che sta colpendo il Giappone, ‘perturbano’ anche le elezioni in corso. Disagi si stanno verificando in molte aree del paese, con la cancellazione di ben 380 voli, servizi ferroviari e navali, ma si registra sia un lieve calo nell’affluenza alle urne sia il rinvio degli scrutini in alcuni seggi. L’agenzia meteorologica del Giappone ha lanciato un’allerta meteo per Lan, definito “molto esteso e molto potente”, che potrebbe provocare inondazioni, forti sbalzi di temperatura, piogge, con possibile raffiche di vento, al suo passaggio, che potrebbero raggiungere i 216 km orari. La tempesta dovrebbe raggiungere la regione di Tokyo domani. Il premier Shinzo Abe ha chiesto al suo ministro della protezione civile di tenersi pronto a mobilizzare tutte le squadre di soccorso ed evacuazione, compreso le forze dell’ordine. Il governo “farà del suo meglio per assicurare una risposta urgente a una catastrofe naturale”, ha assicurato Abe.