Giornata Mondiale della Vista 2017: a Milano visite oculistiche gratuite per i più bisognosi

Neovision aderisce all’iniziativa “Luxottica e OneSight per la Giornata mondiale della vista” con oculisti e ortottisti che offriranno test visivi gratuiti agli ospiti di tre Onlus del capoluogo lombardo

In occasione della Giornata Mondiale della Vista 2017, che si celebra domani 12 ottobre, Neovision cliniche oculistiche aderisce all’iniziativa“Luxottica e OneSight per la Giornata mondiale della vista” promossa, in collaborazione con l’Assessorato Politiche Sociali, Salute e Diritti del Comune di Milano, da Luxottica e OneSight – organizzazione senza scopo di lucro che offre alle comunità meno sviluppate del mondo cure oculistiche di qualità e occhiali – con il patrocinio di Comune di Milano, Regione Lombardia, Società Oftalmologica Italiana (SOI), Fondazione Insieme per la Vista Onlus e dell’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità (IAPB).

La Campagna prevede, dal 16 al 27 ottobreuna serie di test visivi gratuiti, offerti a oltre 700 ospiti di tre Associazioni no profit di Milano: gli Istituti Milanesi Martinitt e Stelline, la Casa dell’Accoglienza “Enzo Jannacci” e la Fondazione Progetto Arca onlus. Lo scopo è sensibilizzare quella parte di popolazione che si trova in particolari condizioni di difficoltà socio-economiche, ad una corretta cultura della prevenzione delle patologie più comuni che possono colpire gli occhi e di conseguenza la vista.

In dettaglio, a Milano un gruppo di quattro medici oculisti insieme ad altrettanti colleghi ortottisti, messi a disposizione da Neovision, si recherà presso appositi spazi, indicati dalle Onlus, per offrire visite oculistiche della durata media di trenta minuti ciascuna. Gli incontri, rivolti a un numero prefissato di persone, selezionate dal personale delle diverse Associazioni, saranno anche l’occasione per fornire informazioni e pareri clinici circa i trattamenti e le cure più indicate per ognuno.

«Siamo felici di prendere parte a questa pregevole iniziativa che si pone l’obiettivo di aiutare le persone più bisognose della nostra Comunità a prendersi cura dei propri occhi – afferma Stefano Rizza, Amministratore Delegato di Neovision Holding srl -.È prioritario, infatti, che si diffonda una corretta cultura della prevenzione e della cura della vista, forse il più importante dei cinque sensi di cui disponiamo, e che ognuno sia messo nelle condizioni di salvaguardare i propri occhi; due organi dati spesso per scontati ma imprescindibili per la nostra vita».

Una Campagna che si “sposa” pienamente con la mission di Neovision, unprogetto di cliniche oculistiche nato a Milano per aiutare le persone a godere e custodire il grande dono della vista. Questo, in modo sicuro e con tranquillità, in ambienti organizzati, tecnologicamente avanzati e composti da team di medici preparati e attenti alle esigenze di ogni paziente.

Di seguito, il dettaglio degli incontri che si terranno in ogni Associazione:

Istituto Milanese Martinitt e Stelline: 16 ottobre, dalle 09.00 alle 19.00.
Casa dell’Accoglienza Enzo Jannacci: dal 17 al 20 ottobre, dalle 09.00 alle 19.00.
Fondazione Progetto Arca Onlus: dal 23 al 27 ottobre, dalle 09.00 alle 19.00.

Neovision Cliniche Oculistiche

Neovision è il primo network di cliniche oculistiche in Italia. Il network Neovision è caratterizzato dalla presenza capillare di centri oculistici dotati di tecnologie d’avanguardia e metodologie eccellenti di assistenza al paziente, oggi indispensabili per fornire il massimo servizio in termini di qualità. Dalla diagnostica infantile alla maculopatia senile, dalla cataratta alla chirurgia ‘clear lens’, Neovision si prende cura della salute visiva delle persone offrendo il meglio della conoscenza scientifica, della qualità del servizio al paziente e della tecnologia oggi disponibili. Insieme ad équipe mediche preparate e sensibili alle esigenze individuali del paziente, Neovision crede nella formazione continua e nella collaborazione con tutti gli specialisti e i professionisti nel campo della visione, a beneficio ultimo dei pazienti.