Nube radioattiva sull’Italia: “Origine sconosciuta, il governo riferisca in Parlamento”

"Una nube radioattiva, di origine sconosciuta" è stata "rilevata su alcuni paesi europei e sull’Italia settentrionale"

Chiediamo urgentemente al governo di riferire in parlamento in seguito alle notizie preoccupanti relative a una nube radioattiva, di origine sconosciuta, rilevata su alcuni paesi europei e sull’Italia settentrionale. Sono state riscontrate nell’aria, infatti, tracce di Rutenio 106 la cui origine sarebbe stata localizzata nella Russia meridionale o a sud della regione degli Urali”. Lo dichiara in una nota l’esponente dell’assemblea parlamentare della Nato, Scilipoti Isgrò.
I ministri della salute e dell’ambiente, Beatrice Lorenzin e Gian Luca Galletti, – aggiunge il presidente di Unione Cristiana e senatore di Forza Italia – spieghino in particolare ai milioni di italiani che risiedono in Piemonte, Lombardia, Veneto e Friuli Venezia Giulia, l’evoluzione di questa preoccupante situazione. Cerchino di capire inoltre, in collaborazione con i loro colleghi europei, la provenienza della fonte radioattiva al fine di garantire informazioni più chiare all’opinione pubblica.
L’assordante silenzio – conclude Scilipoti Isgrò – del mondo politico italiano, che considera prioritarie solo tematiche come l’approvazione della legge elettorale, sottolinea lo scarso interesse nei confronti della tutela della salute dei cittadini richiamata pure nella nostra Costituzione”.