Sanità: l’Ismett di Palermo taglia il traguardo di 2mila trapianti

"ISMETT è ormai una realtà integrata all'interno del Sistema sanitario regionale e nazionale"

A cura di AdnKronos

L’ISMETT Irccs di Palermo taglia il traguardo di duemila trapianti di cui 211 eseguiti su bambini. Il dato è stato reso noto oggi durante la visita del ministro della Salute Beatrice Lorenzin. Ad oggi sono stati eseguiti 1.118 trapianti di fegato (di questi 120 da donatore vivente); 472 trapianti di rene (di cui 188 da donatore vivente); 162 trapianti di cuore; 152 trapianti di polmone; 39 trapianti combinati; cinque trapianti di pancreas e 52 impianti di VAD (Ventricular Assiste Device), i cosiddetti cuori artificiali. Il trapianto numero duemila è stato un trapianto di fegato in un paziente siciliano di 54 anni, eseguito giovedì scorso grazie ad una donazione all’Ospedale Cannizzaro di Catania. “L’ISMETT è l’unica struttura a cui, in quattro anni, ho riconosciuto l’accreditamento Irccs – ha ricordato il ministro Lorenzin – E’ un vero punto di riferimento e una vera struttura all’avanguardia“. Per l’assessore alla Salute Baldo Gucciardi, “il traguardo dei 2000 trapianti è un importantissimo risultato che pone la Sicilia ai migliori livelli nazionali per qualità e volumi“. “E’ un risultato straordinario che arriva proprio nel ventesimo anno dell’Istituto – ha aggiunto Angelo Luca, direttore di ISMETT Irccs – ISMETT è ormai una realtà integrata all’interno del Sistema sanitario regionale e nazionale ed è un punto di riferimento per i Paesi del bacino del Mediterraneo e non solo. Per questo ritengo che il nostro sia un successo di tutta la sanità nazionale e regionale, raggiunto grazie al pieno supporto di tutte le istituzioni e alla collaborazione attivata con il Centro Regionale Trapianti e con i professionisti che lavorano presso le altre strutture ospedaliere“.