Sanità, Reggio Emilia: doppio intervento di prelievo e trapianto

Uno straordinario impegno organizzativo all'ospedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia ha consentito di prelevare in due donatori e trapiantare in due pazienti in lista d'attesa

Uno straordinario impegno organizzativo all’ospedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia ha consentito di prelevare in due donatori e trapiantare in due pazienti in lista d’attesa un cuore, due fegati e quattro reni, mentre cornee e cute sono state trasferite nelle rispettive Banche, in Emilia Romagna, in attesa di essere destinate.

“Sono stati coinvolti oltre 50 professionisti dell’Ospedale Santa Maria Nuova. Questo misura – ha spiegato l’assessore alle Politiche per la salute della Regione Emilia Romagna, Sergio Venturi- la complessita’ e la delicatezza di questi interventi che hanno permesso di salvare due persone e altre ancora potranno essere aiutate. Dobbiamo essere grati tutti noi come cittadini verso i nostri professionisti – ha concluso – per l’abnegazione messa in campo e per la qualita’ organizzativa che hanno mostrato. La mia e’ la soddisfazione di tutto il nostro servizio sanitario”.

Gli interventi di prelievo e trapianto al Santa Maria Nuova di Reggio Emilia hanno coinvolto rianimatori, anestesisti, cardiologi, medici di direzione sanitaria e di laboratorio, personale di sala operatoria, pneumologi, neurologi, oculisti, chirurghi vascolari, tecnici di elettrofisiologia, il centro trasfusionale, diversi infermieri, a cui vanno aggiunti gli operatori che hanno operato al di fuori dell’Arcispedale nell’organizzazione delle donazioni.