Spazio, Mattarella: la missione di Nespoli è una finestra sul futuro del mondo

"Mi mandi una foto dell'Italia, che terrò qui al Quirinale", è stata la richiesta del capo dello Stato a Paolo Nespoli

State realizzando per tutto il mondo una finestra sul futuro“: queste le parole del presidente della Repubblica Sergio Mattarella pronunciate durante il collegamento dal Quirinale con l’astronauta italiano ESA Paolo Nespoli, al momento in orbita sulla Stazione Spaziale Internazionale.

Mi mandi una foto dell’Italia, che terrò qui al Quirinale“, è stata la richiesta del capo dello Stato a Nespoli.

Mattarella ha ricordato come la missione spaziale “stia compiendo esperimenti importanti” in una stazione che “non è fuori dal mondo ma al centro del mondo“. Alcuni esperimenti, ha continuato il capo dello Stato, “sono preziosi perché solo lì possono essere condotti“.

Nespoli è partito il 28 luglio scorso per la missione VITA (Vitality, Innovation, Technology, Ability), la terza di lunga durata dell’Agenzia Spaziale Italiana, che terminera’ a dicembre. Per l’astronauta italiano e’ la terza volta nello spazio, dopo la missione Esperia del 2007 a bordo dello Shuttle Discovery e la missione MagISStra del 2010, e nel corso dei sei mesi a bordo seguira’ oltre 200 esperimenti di cui 11 selezionati da ASI, in campo biomedico e tecnologico.

Sono stato fortunato, da ragazzo ho visto gli astronauti nello spazio e ora sono orgoglioso di partecipare a questa missione umana fuori dal mondo che ci permette di guardare nel futuro; e’ una missione in rappresentanza di tutto il genere umano e lo faccio portando la bandiera dell’Italia” ha dichiarato Nespoli che poi ha esposto un vessillo tricolore durante il collegamento.