Terremoto: dall’Emilia Romagna 1.6 milioni per gli interventi in Centro Italia

La Regione Emilia Romagna rinnova la propria solidarieta' alle popolazioni di Abruzzo e Marche colpite dal Terremoto in Centro Italia del 2016, finanziando con 1 milione e 665mila euro

LaPresse/Mario Sabatini

La costruzione di due nuovi poli scolastici misti primarie-materne a Crognaleto, in provincia di Teramo, e a San Severino Marche, nel Maceratese; il nuovo edificio che ospitera’ gli uffici del Comune di Caldarola e il rifacimento completo del manto erboso dal campo da calcio di Visso, due localita’ situate sempre in provincia di Macerata.

La Regione Emilia Romagna rinnova la propria solidarieta’ alle popolazioni di Abruzzo e Marche colpite dal Terremoto in Centro Italia del 2016, finanziando con 1 milione e 665mila euro quattro interventi per contribuire alla ricostruzione post-sisma dei territori devastati. In particolare 1 milione di euro arriva direttamente dalla Regione e 665mila euro sono frutto delle donazioni di privati cittadini, imprese, associazioni e amministrazioni pubbliche, pervenute sul conto corrente attivato dalla Regione nei giorni immediatamente successivi all’evento sismico.

“Proprio nel giorno in cui si parla di autonomia delle Regioni- ha sottolineato il presidente della Regione Emilia Romagna durante la presentazione dei progetti – voglio sottolineare il fatto che se viene meno l’idea della solidarieta’ tra le varie parti del Paese, viene meno anche il senso di appartenenza alla comunita’ nazionale, quell’Italia unita e coesa che noi stessi come Emilia Romagna abbiamo messo quale premessa alla nostra richiesta di maggiore autonomia scegliendo la via costituzionale. Peraltro, con lo stanziamento di queste risorse – ha concluso il numero uno della giunta regionale – manteniamo fede all’impegno che avevamo preso e ricambiamo la grande solidarieta’ ricevuta dal resto d’Italia cinque anni fa, quando anche noi ci siamo trovati di fronte alla tragedia del Terremoto”.