Turchia, archeologia: scatta la caccia all’Arca di Noè

L'Arca di Noe' è sepolta nell'est della Turchia. Questa la tesi dell'archeologo americano, Paul Esprante, che ha annunciato il proprio progetto di ricerca durante una conferenza di archeologi

L’Arca di Noe’ e’ sepolta nell’est della Turchia. Questa la tesi dell’archeologo americano, Paul Esprante, che ha annunciato il proprio progetto di ricerca durante una conferenza di archeologi, riunitisi per discutere dei siti attorno al monte Ararat, che nell’estremo est della Turchia lambisce i confini di Iran e Azerbaijian.

“Obiettivo della missione archeologica e’ quello di trovare tracce delle catastrofi naturali del passato – ha dichiarato l’archeologo californiano -. Non sappiamo ancora cosa troveremo, ma la comunita’ scientifica ritiene che l’Arca di Noe’ possa trovarsi in questa zona”.

Quest’ultima sarebbe piu’ che una possibilita’, secondo il professore turco Oktay Belli, dell’universita’ di Istanbul, uno dei 108 esperti che hanno partecipato al congresso. “Il diluvio universale e l’Arca di Noe’ non sono un mito, ma un fatto di cui si parla in tutti i testi sacri”, ha dichiarato Belli, che ha voluto ricordare di come la catastrofe sia evocata nei testi ebraici, cristiani e islamici. Anche nel Corano infatti, si narra che Allah informo’ Noe’ della catastrofe impellente, permettendogli cosi’ di costruire l’enorme imbarcazione e salvare la propria famiglia e gli animali a bordo