Ufo, patrocinio del comune di Bacoli per il convegno di Casina Vanvitelliana sul lago Fusaro

Gli ufo tornano a volare sul lago Fusaro nell’incantevole scenario della celeberrima Casina Vanvitelliana, un capolavoro architettonico che poggia in mezzo allo specchio d’acqua in provincia di Napoli. Visto il successo della prima edizione del 29 aprile scorso, con oltre 250 presenti in sala, il comune di Bacoli ha deciso di concedere, a distanza di soli sei mesi, nuovamente il patrocinio a questa importante iniziativa della ricerca ufologica italiana dal titolo “Ufo. Alieni nel sistema solare. Sono già qui!”, complice, forse, anche il successo del C.UFO.M. al recentissimo convegno ufologico di Rho con circa 400 spettatori.

Il nuovo convegno si svolgerà sabato 28 ottobre 2017, alle 16,20 alle 20,00 e l’ingresso sarà gratuito. Gli ufo si confermano un fenomeno sociale, culturale e di grande popolarità. Nomi importanti del panorama ufologico italiano che stanno facendo la storia dell’ufologia proprio in questi anni, ma anche il contattato addotto ing. Adamo Fucci, il quale è stato protagonista di una straordinaria esperienza sulla “Montagna di Padre Pio”, come intitolato in una famosa trasmissione su Rai Due, in prima serata, nella quale è stato ospite. I fortunati presenti in sala,  ascolteranno dalla sua voce tanti aspetti, anche inediti, nonché alcuni credibili elementi che Fucci ha trasfuso in un libro che presenterà nell’occasione.

Altri nomi illustri dell’ufologia italiana saranno partecipi all’evento. In primis, la coppia di ufologi che attira, in tutti i convegni indistintamente, centinaia di appassionati. Sono l’ing. Ennio Piccaluga ed il dott. Angelo Carannante, entrambi con un curriculum assolutamente prestigioso con ripetute presente sui media, che mostreranno al pubblico i risultati delle loro approfondite ricerche che riguardano il Pianeta Rosso, altri corpi celesti e gli avvistamenti ufo, in senso stretto, indagati dal C.UFO.M..

C’è il più fondato sospetto che, anche nel sistema solare stesso, esista una qualche forma di vita intelligente, non necessariamente indigena, come dimostrato da probabili reperti, strutture, cosiddette anomalie “intelligenti” su Marte, asteroidi, satelliti naturali dei pianeti stessi. Ma, anche gli avvistamenti ufo che saranno proposti, con tanto di video e scatti fotografici, alcuni anche inediti, sono valide testimonianze di presenze di “visitatori da altrove”. A conferma del prestigio del convegno, interverrà lo psicologo dr. Nino Capobianco, che esporrà le ragioni della paura degli alieni che da sempre attanaglia l’umanità, proponendo interessanti questionari. Sta portando avanti da anni uno studio “sull’impatto psicologico in ipotesi di civiltà extraterrestri”. Altra relazione di spessore, sarà quella dell’astrofilo ricercatore C.UFO.M. dr. Berardino Ferrara, che illustrerà in tutti i particolari un supposto messaggio alieno contenuto in un cerchio nel grano a Chibolton.  Esso, decodificato,  potrebbe essere addirittura una risposta  a segnali lanciati nello spazio da radiotelescopi, oppure a sonde “ambasciatrici” dell’umanità lanciate decine e decine di anni or sono e che ora navigano nello spazio profondo. Altri particolari e maggiori informazioni si possono trovare sul sito ufficiale C.UFO.M. www.centroufologicomediterraneo.it oppure telefonando ai numeri 333/4344041 oppure 320/4659798. La serata, oltre alla presenza dei citati ricercatori, annovera anche la prof.ssa Anna Manfredi che fungerà da moderatrice e Nadia Severino che introdurrà il pomeriggio “alieno”. Indubbiamente una schiera di relatori di elevata cultura che fornisce un notevole spessore all’evento. Chissà che da sotto al lago Fusaro non emerga un uso, cioè un oggetto non identificato sommerso. Nella vita non si sa mai, specie quando si ha a che fare con quell’inesplicabile e millenario fenomeno che sono gli ufo.