Uganda: un morto per febbre emorragica da virus Marburg

Uganda: un morto per febbre emorragica da virus Marburg

Un caso di morte per febbre emorragica di Marburg e' stato segnalato oggi in Uganda dal ministero della Salute

Un caso di morte per febbre emorragica di Marburg e’ stato segnalato oggi in Uganda dal ministero della Salute. In un comunicato il dicastero precisa che a morire l’altro ieri per il “Marburg Virus Disease(Mvd) e’ stata una donna di 50 anni deceduta in un villaggio del distretto Kween nell’est del Paese centrafricano.

Ad oggi e’ l’unico caso segnalato, viene aggiunto nella nota anche se il fratello della donna era morto il 25 settembre con sintomi “simili” di cui non e’ stato possibile accertare la natura dato che non erano stati prelevati campioni dal suo corpo prima del decesso.

Questo tipo di “febbre emorragica virale” (Vhf), ricorda il ministero della Salute ugandese colpisce esseri umani e primati come scimmie e babbuini annidandosi anche nei “pipistrelli della frutta”. Il virus causa “una mortalita’ molto elevata”. La trasmissione del virus di Marburg da uomo a uomo avviene poi per contatto con “fluidi corporei”.

Il Mvd ha il “potenziale di diffondersi in vaste aree colpendo molte persone, specialmente operatori della sanita'”, avverte il comunicato. Come noto l’Uganda e’ gia’ stata colpita in passato da febbri emorragiche tra cui l’Ebola che nel 2000 causo’ la morte di oltre 200 persone.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...