Astronomia: scoperto oggetto misterioso 13 volte più grande di Giove

Nell'ambiente ostile della "sporgenza galattica" nel cuore della nostra galassia, gli scienziati hanno scoperto un pianeta così grande che potrebbe non essere in realtà un pianeta

Credit: NASA/JPL-Caltech/SwRI/MSSS/Jason Major

Nell’ambiente ostile della “sporgenza galattica” nel cuore della nostra galassia, gli scienziati hanno scoperto un pianeta così grande che potrebbe non essere in realtà un pianeta.

Un grande team internazionale di ricercatori ha trovato l’oggetto guardando i dati acquisiti dal telescopio spaziale infrarosso Spitzer di NASA, lanciato per la prima volta nel 2003.

Utilizzando una tecnica chiamata micro-lensing, che misura le distorsioni nella luce quando una stella passa davanti a un’altra, gli scienziati sono stati in grado di scoprire che l’oggetto misterioso è di 22.000 anni luce lontano dalla Terra e orbita la sua stella padre circa ogni tre anni.

Sull’opposto OGLE-2016-BLG-1190Lb, l’oggetto è considerato 13 volte la dimensione di Giove, che è più di 11 volte il diametro della Terra.

Riportiamo la scoperta di OGLE-2016-BLG-1190Lb, che probabilmente sarà il primo pianeta micro-lensing Spitzer nel bulbo / barra galattica, un’assegnazione che può essere confermata da due epoche di immagini ad alta risoluzione della combinazione oggetto di base dell’obiettivo sorgente“, si legge nello studio.

La dimensione massiccia dell’oggetto ha lasciato gli scienziati incerti sul fatto che si tratti di un pianeta o di una stella fallita. “La massa del pianeta lo pone al confine convenzionale tra ‘pianeti’ e ‘nani marroni’” si legge nel rapporto.

La massa di un nano marrone può variare da 13 a 90 volte la massa di Giove, il che significa che non sono abbastanza massicci da sostenere la fusione nucleare che fa bruciare le stelle. La ricerca è stata presentata alla rivista Astronomical per la pubblicazione.