Ecco otto buoni motivi per mangiare cachi

Il cachi è un ottimo rimedio naturale per iniziare al meglio la stagione autunnale

I cachi sono frutti dalle molteplici virtù, preziosi elisir per la salute del corpo e della mente. Sono una fonte essenziale di vitamine, con particolare riferimento alla vitamina C, che contribuisce in modo efficace a rafforzare il nostro organismo e il sistema immunitario per prevenire le prime influenze e i malanni di stagione.

Il Diospyros Kaki è un albero da frutto antichissimo, che ha avuto probabilmente origine in Cina centro meridionale, e poi si è diffuso in Estremo Oriente, dalla Corea al Giappone, dove è conosciuto anche come Loto del Giappone. I cinesi hanno chiamato il cachi l’albero delle sette virtù per le fantastiche proprietà anche in ambito agrario.

E’ un frutto particolarmente energetico, dato l’alto contenuto in zuccheri è sconsigliato solo per chi soffre di diabete o di obesità; ma si tratta praticamente dell’unica controindicazione.

E’ raccomandato in caso di inappetenza, stress psicofisico e sport.

Ci sono 8 buoni motivi per consumare un buon frutto di stagione come il cachi:

  1. Liberano dalle tossine, grazie ai minerali presenti aiutano il fegato a mantenersi sano e hanno effetto diuretico;
  2. Utili per l’intestino, essendo ricchi di fibre hanno proprietà lassative e contribuiscono a migliorare la regolarità intestinale;
  3. Sono ricchi di acqua, utili a reidratare l’organismo e nello stesso tempo a stimolare la diuresi;
  4. Combattono la stanchezza autunnale in quanto energetici e ricchi di potassio e zuccheri semplici. Il momento ideale per consumare i cachi sono a colazione, sia per iniziare la giornata con più sprint che per riavviare fin da subito la funzionalità intestinale;
  5. Rafforzano il sistema immunitario, sono ricchi di vitamina C e rame che rafforzano le nostre difese;
  6. Contrastano l’invecchiamento, infatti contengono vitamine del gruppo A, C, betacarotene, licopene, luteina e zeaxantina, un insieme di sostanze molto importanti per proteggere non solo la pelle ma anche la vista e tutto l’organismo dall’azione dei radicali liberi e dall’invecchiamento precoce;
  7. Prevengono le malattie cardiovascolari;
  8. Sono un valido aiuto per chi soffre di gastrite.

I cachi in generale, soprattutto per chi non ha particolari problemi di salute, si possono consumare all’interno di una dieta sana ed equilibrata, sono di certo più salutari e anche meno calorici rispetto alle classiche merendine o snack che solitamente è comune consumare come cibi “spezza fame”.

Ricordiamo però che un frutto da 100 g contiene circa 70 Kcal e il 12% di  zuccheri, quindi è opportuno limitarsi a consumarne massimo uno al giorno.