Meteo Web

Alcuni consigli per vedere l’aurora boreale in Islanda

L’Islanda è una delle mete turistiche più ambite per il suo straordinario paesaggio e per lo spettacolo mozzafiato regalato dall’aurora boreale. Trovami.com nel suo canale dedicato a viaggi e turismo, spiega come sia possibile osservare In Islanda aurore boreali per un periodo lunghissimo: da agosto a metà aprile, se si è agevolati da un cielo sufficientemente buio e buone condizioni metereologiche.

Prima programmare un viaggio in Islanda per vedere l’aurora boreale, bisogna assicurarsi che ci sia una temperatura bassa e una luna poco luminosa. Il cielo estivo, sempre chiaro per tutta la stagione, rende difficile invece individuare l’aurora.

Anche se l’eruzione del vulcano Bardarbunga  sia monitorata proprio in queste giornate, l’Islanda continua ad essere una meta perfetta, grazie alla grande varietà di attrazioni che offre ai turisti del suo territorio

Trovare l’aurora da Reykjavík

La parte occidentale del Paese consente di ammirare le aurore in più punti: dal centro fino all’estremità.

Percorrendo la strada tra l’aeroporto di Keflavik e Reykjavik è possibile ammirare un paesaggio lunare di 45 km, ideale per avvistare l’aurora. Nell’antico porto di Borgarnes è possibile aspettare il fenomeno seduti in auto, nella splendida cornice regalata dalle piccole barche dei pescatori.

Sempre restando in zona Reykjavik, a 15 minuti di auto dalla capitale, si può ammirare l’aurora dalla baia della residenza presidenziale di Bessastadir, nel villaggio Álftanes. Può essere vista anche percorrendo il lungomare di Reykjavik camminando fino alla scultura “Sun Voyager”, vicino al Palazzo della Musica, oppure passeggiando da Seltjarnarnes, la penisola disabitata e buia nota anche per la sua sorgente calda.

Le migliori mete per vedere l’aurora

Un modo alternativo per andare alla ricerca di aurora boreale in Islanda è il trekking o il campeggio sugli altipiani del Paese. Tra le migliori mete consigliamo: