Gran Bretagna, minori sempre online: il ministro chiede l’aiuto dei giganti del web 

Molti minori britannici passano troppo tempo su internet, in particolare sui social media, e questo puo' contribuire a sviluppare disturbi mentali e comportamenti sbagliati come il cyber-bullismo

Molti minori britannici passano troppo tempo su internet, in particolare sui social media, e questo puo’ contribuire a sviluppare disturbi mentali e comportamenti sbagliati come il cyber-bullismo. L’allarme e’ stato lanciato dal ministro della Sanita’ britannico Jeremy Hunt in un incontro coi giganti americani del web: Facebook, Twitter, Google, Snapchat e Microsoft.

Per Hunt la cosiddetta “sovraesposizione a internet” e’ diventata un grave problema fra i piu’ giovani e le grandi societa’ americane dovrebbero pensare a modi per limitare il tempo trascorso dai minori online. La proposta del ministro e’ quella di introdurre dei messaggi di avvertimento sulle pagine web per evitare ad esempio che i teenager siano vittime di fenomeni di dipendenza dai social media.