Salute: un gatto in casa protegge i bambini ad alto rischio di asma

Avere un gatto in casa sin dalla nascita protegge i bambini dall'asma

Una ricerca pubblicata sul Journal of Allergy and Clinical Immunology ha rilevato che avere un gatto in casa sin dalla nascita protegge i bambini dall’asma, e da altre pericolose patologie come la bronchiolite e la polmonite. Secondo lo studio condotto presso l’Università di Copenaghen quindi il pelo dei gatti non rappresenterebbe un pericolo per i bambini.

Si è sempre ritenuto, in precedenza, che tra le cause dell’asma vi sia la sensibilizzazione allergica al pelo di alcuni animali tra cui il gatto. Gli esperti hanno osservato dalla nascita fino a 12 anni di età 377 bambini di cui una parte ad alto rischio di asma, ed hanno scoperto che convivere sin dalla nascita con un gatto aiuta a prevenire la malattia in bimbi ad alto rischio e, inoltre, che maggiore è la quantità di allergene del gatto minore il rischio di ammalarsi. La presenza del gatto è risultata protettiva anche rispetto a polmonite e bronchiolite.

Anche la presenza di un cane in casa è “protettiva” ma con effetti meno evidenti.