Tlc, Open Fiber: a Vercelli investimento di 5,5 milioni per la banda ultra larga

"La fibra fino a casa di Open Fiber consente l’abilitazione di servizi innovativi per le famiglie, per la Pubblica Amministrazione e per le imprese"

A cura di AdnKronos

Open Fiber garantirà ai cittadini di Vercelli una connessione ultrarapida, sicura ed efficiente attraverso un’infrastruttura interamente in fibra ottica. Questo l’obiettivo della convenzione siglata oggi dalla società compartecipata al 50% da Enel e Cassa depositi e prestiti e dal Comune piemontese, dove Open Fiber prevede un investimento di circa 5,5 milioni di euro per la copertura della città entro 18 mesi dall’avvio dei lavori che avverrà questo mese. In totale saranno cablate 14mila unità immobiliari (tra famiglie e aziende) attraverso 10mila chilometri di fibra. Lo rende noto Open Fiber in un comunicato.
La fibra ottica verrà portata in modalità Fiber to the Home (FTTH – fibra fino a casa), che è in grado di supportare velocità di trasmissione fino a 1 Gbps (1000 Megabit al secondo), sia in download che in upload, consentendo così il massimo delle performance. Prestazioni non raggiungibili oggi con le reti in rame (ADSL) o fibra/rame (FTTC).
Nelle piccole e medie città del Piemonte, Open Fiber conta di raggiungere 132mila unità immobiliari posando oltre 168mila chilometri di fibra ottica, che consentiranno di velocizzare il processo di digitalizzazione, semplificando e migliorando le relazioni fra cittadini e P.A. e aumentando la produttività e la competitività delle imprese. A Torino, sono state cablate a oggi oltre 300mila unità immobiliari con un investimento diretto di circa 120 milioni di euro. Open Fiber è un operatore wholesale only: non vende servizi in fibra ottica direttamente al cliente finale, ma è attivo esclusivamente nel mercato all’ingrosso, offrendo l’accesso a tutti gli operatori di mercato interessati. La convenzione con il Comune di Vercelli stabilisce le modalità e i tempi di scavo e ripristino per la posa della fibra ottica, come previsto dal decreto ministeriale del 2013. Dove possibile, Open Fiber utilizzerà cavidotti e infrastrutture di rete sotterranee già esistenti per limitare il più possibile l’impatto degli scavi sul territorio e gli eventuali disagi per la comunità. Gli scavi saranno effettuati privilegiando modalità innovative sostenibili e a basso impatto ambientale.
La fibra fino a casa di Open Fiber consente l’abilitazione di servizi innovativi per le famiglie, per la Pubblica Amministrazione e per le imprese, che hanno l’occasione di acquisire un vantaggio competitivo senza alcun costo aggiuntivo“, sottolinea Roberto Gallo, responsabile Network & Operations Area Nord di Open Fiber. “Voglio in particolare sottolineare la grande collaborazione con il Comune di Vercelli, che ha subito compreso il valore sociale dell’intervento e i benefici per il territorio. Questi non si limitano agli aspetti ricreativi come il gaming o la visione di film in ultrahd, ma si estendono ad ambiti come il telelavoro, l’e-learning, videosorveglianza, regolazione intelligente del traffico e altre applicazioni Smart City“.
Sono particolarmente lieta di questo progresso tecnologico che interessa la Città“, commenta Maura Forte, sindaco di Vercelli. “La rete ultraveloce costituisce un benefit per le famiglie che già oggi, e sempre più sarà nel prossimo futuro, gestiscono i loro rapporti con istituzioni, scuole, banche e per i giovani agevolando studio e ricerca. Rappresenta inoltre un servizio importante per le aziende agevolando anche la loro scelta di Vercelli come luogo dove nascere e/o ampliarsi“.