Capodanno: in Danimarca si rompono i piatti vecchi sulle porte dei vicini

Tra le usanze più insolite riguardanti il Capodanno, quella danese di rompere i piatti vecchi sulle porte dei vicini. Scopriamo le origini di questa curiosa tradizione

In giro per il mondo, le tradizioni di Capodanno sono davvero numerose. Nel nostro tour virtuale, tra le più insolite, troviamo quella che, ogni anno, si ripete in Danimarca. Proprio in questo paese, associato all’ordine, alla pulizia e ad un’impeccabile organizzazione, vige un’usanza davvero bizzarra. Secondo la tradizione, infatti, le famiglie usano mettere da parte i piatti vecchi per poi tirarli fuori, tutti assieme, nel bel mezzo della notte di San Silvestro, il 31 dicembre, per romperli, tirandoli sulle porte di vicini, amici e familiari. Il rituale, che a noi sembrerebbe ostile, viene fatto, in realtà, come simbolo d’affetto, rappresentando un modo, tutto danese, di augurare un anno di gioia e prosperità ai loro cari. Per tradizione la vigilia è una gran festa da trascorrere in casa in compagnia di amici e familiari. Dopo il consueto discorso della Regina alla Nazione che si tiene ogni anno dal 1942 alle 18 in punto, è tempo di spegnere tutte le tv e iniziare il cenone, aspettando tutti assieme la mezzanotte.

Il piatto tipico della vigilia è il merluzzo bollito o al forno, servito con salsa senape, barbabietola, cavoli stufati e altre salse in agrodolce. Parliamo di una tradizione risalente al 1800 quando, grazie al trasporto della merce via treno, anche la gente di campagna poteva mangiare pesce. Altra insolita usanza: qualche minuto prima di mezzanotte i danesi si tolgono le scarpe, salendo su una sedia per poi saltar giù al rintocco delle campane, stappando champagne e gustando la Kransekage, tipico dolce di marzapane a forma di cornucopia, intonando l’inno nazionale e altre canzoni volte a dare il benvenuto al nuovo anno.

Dopodichè i giovani scendono in piazza per assistere ai fuochi d’artificio o partecipare, sino all’alba, a grandi feste. Il primo gennaio a mezzogiorno, imperdibile la consueta Parata delle Guardie Reali in divisa rossa a Palazzo Amalieborg, mentre i più temerari potranno sempre optare per un tuffo, il 31 dicembre, nelle gelide acque della piscina all’aperto al Porto di Island Brygge a Copenaghen.