Infarto: un alimento comune è in grado di prevenirlo

L'infarto è una patologia cardiaca molto diffusa, che può causare conseguenze serie o, nei casi peggiori, condurre alla morte. C'è però un alimento molto comune che sembra essere in grado di prevenirlo

L’infarto è una patologia cardiaca molto diffusa, che può causare conseguenze serie o, nei casi peggiori, condurre alla morte. Uno dei principali modi per prevenirlo è ridurre i fattori di rischio, come obesità, fumo, diabete, ipertensione e, dunque, ricercare un’alimentazione sana ed uno stile di vita attivo.

Tra i tanti, c’è però un alimento che risulta particolarmente efficace per la prevenzione dell’infarto: è il peperoncino. E’ stato scoperto infatti che esso fa bene al cuore. In particolare i ricercatori dell’Università di Hong Kong hanno analizzato le diverse proprietà della capsaicina, la sostanza piccante presente nel peperoncino.

Ebbene, è stato osservato che la capsaicina è in grado di abbassare i livelli di colesterolo nel sangue, in particolare quello cattivo (l’LDL) e di restringere i vasi sanguigni e le arterie.  Di conseguenza il peperoncino è risultato un valido alleato per contrastare gli attacchi cardiaci e gli ictus.

Un’altra conferma arriva da uno studio svolto da  alcuni ricercatori dell’università del Vermont, negli Stati Uniti: essi hanno dimostrato che consumare quotidianamente questo alimento ridurrebbe del 13% la probabilità di ammalarsi di malattie cardiache come l’infarto e l’ictus. La ricerca è stata pubblicata anche sulla prestigiosa rivista scientifica Plos One.
“Anche se il meccanismo attraverso cui il consumo di peperoncini potrebbe abbassare la mortalità è tutt’altro che certo, questa relazione potrebbe essere dovuta all’azione dei recettori delle sostanze piccanti, proprio come la capsaicina”, hanno spiegato i ricercatori.