Maltempo, Lentigione: ieri cittadini salvati dall’eliosoccorso, si lavora per il rientro degli sfollati

Bloccati dall'acqua che aveva invaso le loro abitazioni sono stati salvati dall'elisoccorso, che li ha "agganciati" con il verricello e trasportati al sicuro

maltempo Lentigione eliosoccorso
maltempo Lentigione eliosoccorso

Bloccati dall’acqua che aveva invaso le loro abitazioni sono stati salvati dall’elisoccorso, che li ha “agganciati” con il verricello e trasportati al sicuro. E’ successo ieri ad una decina di persone- tra cui un anziano allettato- durante l’evacuazione della frazione di Lentigione a Brescello, sommersa dall’esondazione del torrente Enza.

Dopo l’esondazione di ieri mattina del fiume Enza a Lentigione, si sta lavorando per consentire il progressivo rientro nelle proprie case degli abitanti al piu’ tardi entro una settimana, compatibilmente con gli esiti delle verifiche dei vigili del fuoco. La ripresa delle attivita’ produttive verra’ invece valutata caso per caso, in funzione dei tempi di verifica dei danni provocati dalle acque sugli impianti.

L’acqua tracimata ieri dal fiume, si sta, infatti, sensibilmente ritirando anche grazie al taglio programmato dell’argine del Canalazzo di Brescello a Ponte Alto di Lentigione. Nella zona allagata sono rimaste 78 persone, delle quali alcune che non intendono abbandonare le proprie abitazioni. Tutte sono state comunque individuate e poste in sicurezza, facilmente raggiungibili dai soccorritori. E’ stato poi revocato l’ordine di evacuazione per i residenti di Santa Croce di Boretto, emesso precauzionalmente ieri pomeriggio, cosi’ come quello per la casa di riposo di Brescello.