Sam, il primo politico-robot vuole candidarsi per le elezioni del 2020: “farò davvero ciò che vuole la gente in modo scientifico”

Comunica con gli utenti tramite Facebook Messenger e proprio questa comunicazione gli permetterà di imparare ed acquisire nuove conoscenze per progredire ulteriormente

sam politico robot uova zelanda

I politici in Nuova Zelanda dovrebbero guardarsi le spalle, perché presto potrebbero affrontare la dura competizione di un robot. Sam è il primo politico-robot del mondo con cui gli utenti possono interagire su Facebook Messenger. Rappresenta i costituenti della Nuova Zelanda e afferma di considerare la posizione di tutti, senza pregiudizi, quando prende decisioni. Potremmo vederlo in azione molto presto, in quanto il suo creatore afferma che sarà pronto a candidarsi per le elezioni del 2020.

Sam è stato creato da Nick Gerritsen, un auto-proclamato ‘imprenditore d’impatto’ di Marlborough, Nuova Zelanda. Sul suo sito web Sam afferma di prendere decisioni basate su fatti e opinioni, che non mentirà mai intenzionalmente e che non trasmetterà mai informazioni false. Le interazioni su Facebook aiuteranno il robot ad imparare, insieme ad un sondaggio presente sul sito. Nel tempo, Sam cambierà man mano che imparerà di più sulle questioni che preoccupano maggiormente le persone.

Sam ha aggiunto: “Esistono delle differenze tra quello che i neozelandesi vogliono, quello che i politici promettono e quello che raggiungono le politiche da loro proposte. Il mio obiettivo è colmare queste differenze”. Il robot attualmente risponde solo ad una lista di domande preimpostate. Per esempio: ‘parlami di (un partito politico)’, ‘parlami del settore immobiliare’, ‘parlami del cambiamento climatico’.

Quando riceve altre domande, Sam risponde semplicemente: “Grazie! Ogni contributo è utile, anche se non ho ancora una risposta specifica per questo”. Ma Gerritsen spera che entro il 2020, quando la Nuova Zelanda avrà le sue elezioni generali, Sam sarà abbastanza sviluppato da candidarsi alle elezioni.