Archeologia, scoperta un’antica struttura misteriosa in un’area di addestramento militare in Israele

La scoperta è stata facilitata dall'utilizzo di un drone durante la fase di posizionamento delle sonde di scavo

scoperta archeologica area addestramento militare israele

Gli archeologi hanno utilizzato un drone per localizzare un’antica struttura misteriosa nel cuore di un’area di addestramento militare di Israele. La struttura di 2.200 anni, che potrebbe essere un tempio o un palazzo dell’antica cultura idumea, è stata portata alla luce dagli esperti dell’Antiquities Authority di Israele e della Hebrew University di Gerusalemme. La struttura risale al periodo ellenistico, quando le influenze greche erano forti nella regione.

Un altare adornato con l’immagine di un toro è stato trovato dentro la struttura di Horvat ‘Amuda, nella regione Lachis in Israele. Gli Idumei erano un popolo semitico originario del sud della Giordania che si stabilì nelle colline della Giudea. Gli archeologi credono che l’altare possa essere stato smantellato durante la conquista dell’area da parte della dinastia degli Asmonei durante il secondo secolo a.C.

 “Se questo fosse davvero un palazzo o un tempio idumeo, è una rara e sorprendente scoperta, strutture simili in questo paese possono essere contate sulle dita di una mano”, hanno spiegato in una dichiarazione il Dottor Oren Gutfeld della Hebrew University e Pablo Betzer e Michal Haber dell’Antiquities Authority d’Israele, direttori degli scavi. Un drone dotato di telecamera ha aiutato a localizzare la struttura: “Questa tecnologia ci ha aiutato a scegliere dove concentrare le nostre sonde di scavo ed è emerso rapidamente che questa era una scoperta unica”, hanno aggiunto.

Gli archeologi hanno trovato due altari in pietra in una delle stanze all’interno della struttura. Uno di essi, che porta l’immagine di un toro, si trova in quella che sembra la facciata di un tempio adornato con magnifiche colonne. Descrivendo l’altare come una rara scoperta, gli esperti pensano che il toro possa rappresentare una divinità adorata dagli Idumei.

Sono stati trovati anche vasi di terracotta, come ciotole dipinte, brocche e lampade a olio. Inoltre, nel sito sono stati trovati numerosi spazi sotterranei, usati come cave o per ospitare bagni rituali, frantoi e colombaie. Sono stati trovati anche tunnel nascosti dal tempo della rivolta ebraica conto i Romani, uno dei quali conteneva una pentola da cucina del tempo della rivolta di Bar Kokhba nel secondo secolo.