Viaggi: ecco qual è il trucco per far arrivare per prima la propria valigia sul nastro trasportatore

Esiste un trucco per far sì che la valigia arrivi per prima sul nastro trasportatore adibito al ritiro dei bagagli

I veterani del viaggio lo sanno bene. Partire significa tenere sempre sotto controllo l’orologio,  conteggiare il tempo nei dettagli e “annotare” sulla propria tabella di marcia ogni singolo imprevisto che può inevitabilmente accadere: primo fra tutti la snervante attesa e il consequenziale ritardo della valigia al nastro trasportatore adibito ai bagagli.

Thomas Lo Sciuto, addetto alle rampe e ai gate, ha però ben pensato di elargire due preziosi escamotage per agevolare i viaggiatori ed evitare di accumulare ulteriori ritardi.

Per far sì che la propria valigia arrivi per prima sul nastro trasportatore basta infatti segliere tra queste due strategiche e semplicissime opzioni:

  1. La cosa migliore è essere tra gli ultimi passeggeri a fare il check-in e consegnare il bagaglio per la stiva. Facendo il check-in all’ultimo, le tue valige andranno a finire nell’ultimo carrello portabagagli, che sarà poi l’ultimo caricato sull’aereo, e il primo a essere scaricato una volta a destinazione. I tuoi bagagli saranno così i primi a uscire sul nastro trasportatore alla riconsegna”. Infatti “I carrelli sono sempre caricati dal davanti verso dietro e se sei tra i primi a fare il check-in la tua valigia – probabilmente – sarà tra le ultime a uscire sul nastro trasportatore”.
  2. “Al momento del check-in, chiedi gentilmente al personale di terra di apporre un adesivo “fragile” sulla tua valigia. Quelle con contenuti a rischio danni vengono solitamente caricate successivamente e di conseguenza saranno scaricate per prime”.