Aumenti luce e gas 2018: ecco come risparmiare in bolletta

Il primo trimestre 2018 ci vedrà fare i conti con aumenti sulle bollette di luce e gas. Ecco come risparmiare

Assieme al solito carico di buoni propositi, il nuovo anno, appena iniziato, sta già portando con sé notizie non molto confortanti. Sul fronte consumi, in particolare, il primo trimestre del 2018 ci vedrà fare i conti con aumenti sulle bollette di luce e gas. Come risparmiare? Limitate la dispersione di calore, utilizzando strumenti isolanti (es. tapparelle e serramenti) e tamponando eventuali spifferi; non coprite i caloriferi e le altre fonti di calore, non usate tendaggi “invasivi” (es. quelli che arrivano sino al pavimento). Fate in modo che la luce naturale entri il più possibile in casa. Spurgate l’aria dai radiatori per permettere all’acqua di circolare liberamente, con un riscaldamento ottimale dell’ambiente; effettuate manutenzione e pulizia periodica della caldaia per mantenerne efficienza e funzionalità; spegnetela di notte. Limitate la temperatura preimpostata degli impianti di riscaldamento (temperatura ottimale stimata a 20°C); non riscaldate gli ambienti in cui non vivete; spegnete le luci che non utilizzate.

Ed ancora: acquistare elettrodomestici a basso consumo energetico; optate per sveglie e orologi tradizionali piuttosto che elettrici; impostate il pc a risparmio energetico; utilizzate lavatrici e lavastoviglie a carico pieno e a basse temperature. Allontanate frigo e congelatore da fonti di calore, lasciando almeno 10 cm di distanza dai muri; sbrinateli regolarmente, controllando la normale chiusura della porta. Utilizzate lampade a risparmio energetico, ancora meglio se a Led, evitate l’illuminazione artificiale in pieno giorno con luce naturale sufficiente; spegnete sempre anche lo stand-by degli elettrodomestici, ossia la loro “lucina rossa”.

Fondamentale è, poi, non lasciare i piccoli apparecchi elettronici ed elettrici attaccati alle prese anche se non accesi. Utilizzateli, dunque, solo per il tempo necessario, disinserendo il caribatteria dopo il suo utilizzo, ad esempio, evitando l’uso simultaneo di più apparecchiature. Pulite i filtri di lavatrice, lavastoviglie e condizionatore con cura e di frequente, cercando di asciugare il bucato all’aria aperta.