Andare in bagno con lo smartphone potrebbe comportare conseguenze per la salute

Ecco quali sono i rischi di contaminazione se si porta il cellulare in bagno

smartphone in bagno

Avere l’abitudine di portare lo smartphone in bagno, è una consuetudine che in moti fanno. E’ sicuramente un modo per isolarci e goderci un momento di tranquillità scorrendo sui nostri social network, chattando, mandando mail o giocando con le diverse app. Senz’altro, l’utilizzo del telefono è più stimolante che fissare le pareti del bagno, molti anni fa tante persone utilizzavano giornali o riviste per godersi questo “momento sacro” ma, con l’avanzare delle tecnologia i cellulari hanno preso il sopravvento. L’utilizzo del cellulare in bagno però potrebbe essere dannoso per la salute, questo perché tale ambiente è quello dove sono presenti il maggior numero di microrganismi (per non parlare dei bagni degli uffici e delle strutture pubbliche): porte, maniglie e rubinetti sono infatti contaminati da milioni di batteri, tra cui lo streptococco e la salmonella. Questi, se si ha l’abitudine di portare il cellulare in bagno, si trasferiscono anche sulla superficie del  dispositivo. Quindi, a poco serve lavarsi le mani dopo aver utilizzato il bagno se poi si è costantemente a contatto con uno smartphone “contaminato”.  Secondo un esperto in igiene, spiega che pulire le nostre parti intime dopo aver usato il bagno e toccare immediatamente il telefono significa trasferire i batteri dalle mani al cellulare. Per evitare ciò, il dott. Ron Cutler, direttore dei corsi di laurea in Scienze biomediche, DMS presso la Queen Mary University di Londra, la soluzione è lasciare il cellulare lontano dal bagno. Il livello di contaminazione dipende molto dal posto in cui ci troviamo; se consideriamo un piccolo ufficio non ci dovrebbero essere problemi gravi di contaminazione ma, se ci si trova in una nave o peggio ancora in ospedale la probabilità di trovare virus o batteri è decisamente alta.

Secondo alcune ricerche 9 cellulari su 10 trasportano microbi potenzialmente dannosi per la nostra salute e il 16% risultano positivi alle feci. La soluzione, dunque, potrebbe essere rinunciare all’utilizzo dello smartphone mentre si va in bagno o, alternativamente, ripulirlo e disinfettarlo con una salvietta umidificata o un panno in micro-fibra imbevuto di alcol e acqua ogni qualvolta si porti in bagno.