Dimagrire dopo i cinquant’anni di età: ecco dei semplici consigli per perdere peso con più facilità

Ecco cinque consigli utili per perdere peso con più facilità dopo i cinquant'anni

perdere peso

Dopo i cinquant’anni di età, a causa dei cambiamenti ormonali, del rallentamento metabolico e della vita sedentaria, dimagrire può diventare davvero difficile. Una dieta bilanciata e uno stile di vita attivo sono sempre degli ottimi alleati per perdere peso e mantenere un equilibrio costante nel tempo. In più, superata una certa età, esistono degli aspetti fondamentali su cui ogni donna dovrebbe fare attenzione per perdere peso, vediamo in particolare di cosa si tratta:

  • Consumare cibi piccanti

Molti studi hanno confermato che il peperoncino aiuta ad accelerare il metabolismo e a ridurre il senso di fame. Uno studio, in particolare, ha dimostrato che chi aggiungeva il peperoncino ai propri piatti tendeva a mangiare di meno, oltre che a placare il desiderio di cibi grassi, salati o dolci. Quindi, per chi ama i cibi piccanti, può essere una buona soluzione per aiutare a mantenersi in forma. Tuttavia, però il peperoncino si dovrebbe evitare in caso di determinati problemi gastrici.

  • Ritornare ad essere un bambino

Avrete sicuramente costatato che i bambini ci mettono una vita per mangiare. Questa è una cosa positiva, infatti uno studio del 2015 ha dimostrato che quando le persone fanno passare trenta secondi tra un boccone e l’altro, smettono di mangiare prima, assumendo così meno calorie ed evitando di ingrassare. Tendenzialmente si mangia di più con l’avanzare dell’età a causa delle emozioni e dello stress. Per combattere ciò, si consiglia di fare bocconi più piccoli e masticare più a lungo. Un piatto più piccolo farà sembrare le porzioni più abbondanti. L’idea di mangiare di più potrebbe gradualmente aiutarci a dimagrire.

  • Fare sempre attività fisica

Molte persone smettono di praticare attività fisica dopo i cinquant’anni per svariate ragioni. Spesso a causa di dolori articolari che aumentano la decisione di smettere di fare movimento. E’ molto importante in questi casi, capire innanzitutto cosa si può praticare. Ad esempio nuotare, camminare, usare l’ellittica e andare in bici sono tutte attività a basso impatto. Lo sviluppo della massa muscolare contribuisce a stimolare il metabolismo, quindi trovare un bravo istruttore è il primo passo per stabilire quali attività sono più adatte a te.

  • Preparare in anticipo

Molte volte l’aumento di peso è causato dalla mancata voglia di cucinare, poiché i figli sono diventati grandi e sono andati via di casa o perché molte volte per via del lavoro si preferisce fare dei pasti al volo. E’ molto importante però una dieta sana ed equilibrata, prepara in anticipo e cucinando verdure fresche durante i weekend, zuppe  e valutando alternative sane che possano essere preparate velocemente.

  • Spegnere la TV

Alcuni studi hanno dimostrato che se mangi mentre guardi la TV, consumi tra le 13 e le 25% di calorie in più rispetto a quando la TV è spenta. Inoltre da un sondaggio è emerso che la maggior parte delle persone smette di mangiare quando il proprio piatto è vuoto o quando il programma che sta guardando è terminato. Potrebbe essere estremamente vantaggioso spegnere la TV e ascoltare il proprio corpo. Inoltre è probabile che mangiare mentre si guarda la TV causa un consumo maggiore di alimenti poco sani.